Genova, uccide vicini di casa e la moglie. Poi si spara

Genova, uccide vicini di casa e la moglie. Poi si spara

Genova, uccide vicini di casa e la moglie. Poi si spara

GENOVA - Domenica di sangue a Genova in via Piacenza a Genova, nel quartiere di Molassana, dove un muratore siciliano in pensione, l'ultrasettantenne Carlo Trabona, si è recato nel bar vicino a casa dove ha colpito due fratelli, suoi vicini di casa, uno alla testa e uno all'addome. Il primo è morto in ospedale, l'altro è in condizioni disperate. Quindi si è barricato in casa, dove ha ucciso la moglie. Quindi, dopo aver  telefonato alla figlia, si è sparato alla tempia.

 

L'uomo è morto all'ospedale San Martino. All'origine della strage è la gelosia. L'ultrasettantenne era convinto che sua moglie avesse una relazione con uno dei due fratelli. I tre si conoscevano da molti anni: oltre a essere dirimpettai, erano tutti originari di Vallelunga (Caltanissetta). Sul caso indaga la Squadra Mobile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -