Giallo a Fratte di Sassofeltrio, fornaio sgozzato e dato alle fiamme

Giallo a Fratte di Sassofeltrio, fornaio sgozzato e dato alle fiamme

Giallo a Fratte di Sassofeltrio, fornaio sgozzato e dato alle fiamme

RIMINI - Giallo a Fratte di Sassofeltrio, dove un fornaio palermitano di 36 anni, Antonio Amato, è stato ucciso. Il cadavere è stato trovato a bordo di un'automobile in via Ca' Fabbri. Chi l'ha ucciso ha dato fuoco alla vettura. L'allarme è scattato poco dopo le 5.30. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per i rilievi del caso ed il medico legale per i primi accertamenti. Gli inquirenti per il momento non escludono alcuna pista. Tra quella più seguita quella del regolamenti di conti.

 

Amato, secondo una prima ricostruzione dei fatti, è stato colpito con un colpo di pistola alla nuca, un altro alla spalle. Quindi colpito con due coltellate alla gola e le caviglie legate. Il corpo è stato cosparso di liquido infiammabile e dato alle fiamme. Il corpo senza vita del 36enne è stato trovato parzialmente carbonizzato a bordo della sua auto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -