Giallo Claps, parla il fratello di Elisa: ''Il ritrovamento del cadavere una messa in scena''

Giallo Claps, parla il fratello di Elisa: ''Il ritrovamento del cadavere una messa in scena''

Giallo Claps, parla il fratello di Elisa: ''Il ritrovamento del cadavere una messa in scena''

POTENZA - "Siamo convinti che il ritrovamento del cadavere di Elisa, il 17 marzo, sia stata una messa in scena". Lo ha affermato Gildo Claps, fratello della studentessa scomparsa il 12 settembre 1993. "Non sono chiare le circostanze del ritrovamento. E'  evidente che è avvenuto in precedenza e che quindi ci sono ombre, dubbi e sospetti", ha proseguito. "E' solo il primo tassello di una verità ancora difficile da raggiungere perché ci sono complicità e connivenze".

 

"L'invito che abbiamo fatto al clero, e al vescovo in particolare, è quello di dire finalmente la verità su quanto accaduto", ha detto ancora Gildo Claps. "Abbiamo elemosinato per 17 anni l'arresto di Danilo Restivo", ha tuonato in un'intervista a Radionorba, commentando così l'ordinanza di custodia cautelare emessa giovedì dalla procura di Salerno nei confronti della persona che vide per ultima Elisa Claps.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -