Giallo di Aosta, trovata la giovane coppia tedesca

Giallo di Aosta, trovata la giovane coppia tedesca

Giallo di Aosta, trovata la giovane coppia tedesca

AOSTA - Risolto il giallo della coppia tedesca che domenica scorsa hanno abbandonato i tre figlioletti di lei in una pizzeria nella periferia di Aosta. Ina Caterina Remhof e Sascha Schmidt sono stati trovati giovedì dalla Polizia a pochi chilometri dal capoluogo valdostano. In seguito all'interrogatorio che si è svolto in Questura, per il ragazzo, ricercato per non esser rientrato in carcere dopo un permesso premio, è stato disposto un fermo. La ragazza è stata denunciata.

 

Dovrà rispondere dell'accusa di abbandono di minore. Alla Remhof è stata revocata la custodia dei figli per "comportamento irresponsabile" e non potrà vedere i suoi bambini, che venerdì saranno rimpatriati in Germania. Attualmente sono ospitati in una struttura di accoglienza, seguiti da uno psicologo, e sono in buone condizioni fisiche. Probabilmente saranno affidati alla nonna materna.

 

Schmidt è scappato in Italia insieme alla compagna dopo aver ottenuto un permesso dal carcere. La giovane compagna, invece, aveva sposato sette anni fa il padre dei suoi figli, Sven, 30 anni. L'uomo è stato condannato nel giugno del 2007 a due anni di reclusione per aver provocato la morte della terza figlia, di sette mesi, scuotendola violentemente. Prima della reclusione Sven aveva messo di nuovo incinta la moglie, che ha poi partorito Tim. La ragazza, che si recava spesso in carcere a trovare il marito, si è innamorata di Schmidt, detenuto per furto con scasso. Durante un permesso di uscita dal carcere, il ragazzo è partito con Caterina e i bambini per l'Italia.

 

In questi giorni la coppia ha vagabondato per quattro giorni su una vecchia Ape Piaggio verde, rubato poco distante dalla pizzeria dove avevano abbandonato i tre bambini, guadagnandosi da vivere vendendo piccoli oggetti ed un telefonino. Giovedì pomeriggio una segnalazione ha segnalato i due nell'area di Brissogne. Sul posto si è portata una Volante della Polizia. Gli agenti, una volta riconosciuti, li hanno subito fermati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -