Gino Strada: ''Liberate Hanefi o lasciato l'Afghanistan''

Gino Strada: ''Liberate Hanefi o lasciato l'Afghanistan''

ROMA – Se non verrà liberato al più presto Rahmatullah Hanefi, Emergency è pronta a chiudere tutti i propri ospedali in Afghanistan. Lo ha annunciato il leader dell’associazione umanitaria, Gino Strada al termine di un incontro con i magistrati romani che indagano sul sequestro di Mastrogiacomo in Afghanistan.


Hanefi, il collaboratore di Emergency che ha giocato un ruolo chiave per la liberazione del giornalista italiano, è stato arrestato dalle forze afghane il giorno dopo la liberazione di Mastrogiacomo, avvenuta il 19 marzo scorso dopo due settimane nelle mani dei talebani.


"Non capisco - ha detto Strada - perché dopo quest'opera di mediazione lo abbiano arrestato... (Il presidente Hamid) Karzai ha tradito l'accordo. Il governo afghano sta cercando prove per accuse che non esistono per giustificare questo arresto. E' una situazione assurda perché in prigione è finito l'esecutore di un accordo tra due governi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fondatore di Emergency ha anche rivolto un appello nei giorni scorsi a premier Romano Prodi affinché faccia tutto il possibile per la liberazione non solo di Hanefi ma anche di Ajmal Nasqhbandi, l'interprete rapito insieme a Mastrogiacomo e ancora nelle mani dei talebani.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -