Gioconda a Firenze, il Louvre dice no: ''Troppo fragile''

Gioconda a Firenze, il Louvre dice no: ''Troppo fragile''

Gioconda a Firenze, il Louvre dice no: ''Troppo fragile''

FIRENZE - Il Louvre non presterà la Gioconda all'Italia poiché il quadro è "estremamente fragile", il che rende il suo trasporto "inimmaginabile". Il Louvre ha così risposto alla campagna lanciata dal Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici culturali e ambientali, presieduto da Silvano Vinceti, che da aprile dirige gli scavi nel convento di Sant'Orsola per il recupero dei resti mortali di Lisa Gherardini Del Giocondo, la modella che avrebbe ispirato il quadro di Leonardo.

 

Il dipinto è stato realizzato dal genio toscano, tra il 1503 e il 1506, su un pannello di legno di pioppo molto sottile, spiega ancora l'esperto. Con il tempo, il pannello si è curvato e presenta una fessura ben visibile, soprattutto sul retro. Ecco perchè il volto di Monna Lisa è protetto dietro un vetro blindato ed è conservata a livelli di temperatura e di umidità costanti, grazie ad un sofisticato sistema di climatizzazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -