Giorno della memoria, gli eventi in Romagna

Giorno della memoria, gli eventi in Romagna

In Romagna gli eventi per celebrare il Giorgio della Memoria sono molteplici: questi quelli delle principali città:


FORLI'

Venerdì 26 gennaio
Alle 9.30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Industriale di Viale della Libertà n. 14, il Sindaco Nadia Masini incontrerà rappresentanze di studenti appartenenti alle scuole superiori della città. Nel corso dell’incontro porteranno la loro testimonianza il Rabbino Luciano Caro e il Presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia Leo Matteucci.

Alle 17.00 per il ciclo Incontri con l’Autore promosso dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, verrà presentato il libro “Io, piccola ospite del Fürher” alla presenza dell’autrice Helga Schneider (Auditorium Cassa dei Risparmi – Via Flavio Biondo). Nel libro la Schneider racconta della visita premio di lei bambina al bunker di Hitler in quanto la madre era guardiana prima al campo femminile di Ravensbruck e poi ad Auschwitz-Birkenau. Trasferitasi in Austria nell’immediato dopoguerra, vive in Italia, a Bologna, dal 1963.

Sabato 27 gennaio – Giorno della Memoria
Alle 10.00 il Sindaco di Forlì Nadia Masini deporrà, presso il Parco della Resistenza (Viale Spazzoli, n. 25) una corona d’alloro al Monumento ai Caduti nei lager nazisti e in tutte le prigionie.
Renderà gli onori un picchetto militare del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste”.

Alle 15.00, presso la Casa Circondariale di Via della Rocca, nell’ambito del progetto “La Città dentro il carcere”, verrà proiettato il film “La Rosa Bianca” che racconta la spietata repressione attuata dai nazionalsocialisti contro un gruppo di giovani tedeschi dissidenti. Interverrà l’Assessore comunale Liviana Zanetti.

Alle 21.00, al teatro “Diego Fabbri”, verrà rappresentato lo spettacolo “Il Giardino dei Giusti”, realizzato dalle classi terze della Scuola media Via Ribolle (sedi Zangheri e Croce) e dall’orchestra del Corso a indirizzo musicale (classi 2C e 3C) con i loro docenti. Lo spettacolo è riservato alle famiglie degli alunni.
“… Se un solo giusto mancasse… l’umanità soffocherebbe in un grido perché i giusti sono il cuore moltiplicato del mondo”. L’ultimo dei Giusti di Andrè Schwarz-Bart.

Da sottolineare che la Prefettura di Forlì-Cesena ha comunicato la disposizione della Presidenza del Consiglio dei Ministri che prevede per la giornata di sabato 27 gennaio l’esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici “in segno di memore omaggio alle vittime”. La Presidenza del Consiglio ha disposto altresì in tutti i luoghi di lavoro e nelle scuole un minuto di raccoglimento da osservarsi alle ore 12.00 precise.


RAVENNA

26 gennaio 2007 - ore 9.45
presso Teatro Alighieri - Sala Corelli "Polvere Umana" Azione teatrale dalle pagine di Primo Levi, a cura della compagnia teatrale "Coltelleria Einstein"Evento dedicato alla Consulta dei Ragazzi e delle Ragazze
Iniziativa promossa da "Qualità pedagogica e Città Educativa" in collaborazione con Drammatico Vegetale - Ravenna Teatro

26 gennaio 2007 - ore 12
presso Stazione Ferroviaria di Ravenna - Atrio "Cerimonia di inaugurazione della lapide in memoria degli ebrei transitati per la stazione di Ravenna con destinazione Auschwitz". Saranno presenti il Sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci, l'Ambasciatore d'Israele a Roma, Ghideon Meir e il Presidente della Provincia Francesco Giangrandi. In collaborazione con la Provincia di Ravenna e l’Associazione Italia-Israele della Provincia di Ravenna

26 gennaio 2007 - ore 21
presso Teatro Alighieri - Sala Corelli "La giusta memoria". Conferenza della prof.ssa Francesca Brezzi (Università Roma Tre) e del prof. Dario Squilloni (psicologo, psicoterapeuta, Centro Icone di Fiesole). A cura del Circolo culturale G. Gondoni di San Rocco.

31 gennaio 2007 - ore 10.00
presso Scuola Elementare Filippo Mordani "Cerimonia in ricordo di Roberto Bachi" alla presenza delle autorità civili e religiose, dei dirigenti scolastici, dei ragazzi e degli insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Ravenna

Francesca Ferruzzi legge Paura sotto le stelle di Jo Hestlandt e Joanna Kang. Al termine verranno premiate le classi che hanno partecipato al 3° concorso "Il giorno della memoria, un compagno di scuola: Roberto Bachi, Auschwitz, matricola n. 167973". Iniziativa a cura di "Qualità pedagogica e Città Educativa", Circoscrizioni Prima, Seconda e Terza in collaborazione con Istituti scolastici del Comune di Ravenna

23 febbraio 2007 - ore 21.00
presso Sala D'Attorre "La banalità del male" di Hannah Arendt. Riduzione e adattamento di e con Paola Bigatto (attrice)
Monologo in forma di lezione-spettacolo. A cura del Circolo Culturale G. Gondoni di San Rocco


RIMINI
Sabato 28 gennaio ore 21
presso Teatro degli Atti, via Cairoli 42, Rimini "Io, Auschwitz, ti sopravvivo . Letture dalle testimonianze dei sopravvissuti ai lager nazisti" di e con Mario Perrotta e Paola Roscioli

Sabato 27 e Domenica 28 gennaio ore 15.30-19
presso Sala degli Archi, Piazza Cavour 27, Rimini "La Shoah a fumetti. Auschwitz e le pagine disegnate sui lager e lo sterminio". La mostra è a cura di Davide Barzi e Paolo Guiducci, in collaborazione con Cartoon Club, Festival Internazionale del Cinema d'Animazione e del Fumetto di Rimini.

Sabato 27 gennaio, 21.30
presso la Cineteca Comunale, via Gambalunga 27, "Il segreto di Esma di Jasmila Zbanic"
Prosegue la riflessione sul tema dei genocidi sconosciuti o dimenticati avviata dallo scorso anno dalla Cineteca Comunale che, nell'ambito della rassegna "Rimini al Cinema", propone in prima visione a Rimini "Il segreto di Esma", film che racconta la storia di Esma, una delle 20.000 donne senza nome stuprate in Bosnia durante la guerra civile, e di sua figlia Sara che di quella violenza è il frutto senza saperlo.
La regista borsniaca, al suo esordio nel lungometraggio, realizza un film autentico e privo di retorica, che adotta il punto di vista di un'adolescente per affrontare una delle questioni capitali del nostro tempo: quella del legame indissolubile di identità individuale e memoria storica.
Un racconto di formazione, di una presa di coscienza dolorosa, ma vitale.
La proiezione è programmata anche per venerdì 26 gennaio alle ore 21.30, domenica 28 gennaio ore 16.30 e 21.30, mercoledì 31 gennaio ore 21.30 (mercoledì ridotto per tutti).

Informazioni: Cineteca Comunale, Via Gambalunga 27, Rimini - tel. 0541 704302
Ingresso : € 5,50 intero, € 4,50 ridotto


CESENA

Il primo appuntamento è fissato per venerdì 26 gennaio, alle ore 17, quando nella Sala Rossa del Centro Cinema San Biagio si terrà la presentazione del libro “I fiori della tempesta” scritto da Claudio Cavalli e illustrato da Cinzia&Valentina (edizioni Città Aperta 2007). Vincitore della nona edizione del concorso internazionale per racconti illustrati di Bordano (Udine), “I fiori della tempesta” narra il ritorno a casa di un ragazzo ebreo dopo quattro anni di campo di concentramento. All’incontro, che sarà introdotto dall’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Daniele Gualdi, interverrà l’autore Claudio Cavalli.

In serata, sempre al Centro San Biagio, alle 20.45 verrà proposta, nell’ambito della rassegna dedicata a Gillo Pontecorvo, la proiezione di “Kapò”, film che nel 1959 impose il regista toscano all’attenzione internazionale. Spietato dramma interiore, “Kapò” è la storia di Edith, giovane ebrea deportata in un campo di sterminio dove, perduta la famiglia, viene salvata da un medico che la convince a cambiare identità per sopravvivere diventando una kapò, prigioniero privilegiato impiegato dai nazisti nel controllo degli altri. Oramai abbandonata ogni speranza nella pietà dell'uomo, Edith si uniforma alla brutalità dei suoi carcerieri sino a quando incontra l'amore di un prigioniero russo, che la spinge a cambiare strada e a sacrificarsi per il bene dei compagni. L’ingresso è gratuito.

La stessa pellicola sarà proiettata, a partire dalle ore 9 di sabato 27 gennaio, per gli studenti delle scuole cesenati.


Sempre nella mattinata di sabato, alle ore 11.30, è fissata la cerimonia di deposizione di una corona sulla lapide in dedicata ai concittadini ebrei deportati tra il 1943 e il 1944, collocata in piazza Almerici. Interverrà il sindaco Giordano Conti. Nel pomeriggio, alle ore 17, alla Galleria Comunale d’Arte Vicolo Cesuola si inaugurerà la mostra “Il cinema e la tradizione ebraica”, che raccoglie un ciclo pittorico di Miria Malandri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le iniziative dedicate al Giorno della Memoria si concluderanno l’8 febbraio, con un incontro fra i ragazzi delle scuole cesenati e Cesare Moisè Finzi, autore del libro “Qualcuno si è salvato ma niente è stato più come prima”. L’appuntamento è per le ore 9, al Centro San Biagio. Interverrà anche la curatrice del volume Lidia Maggioli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -