Giovani romagnoli insieme per valorizzare il patrimonio territoriale

Giovani romagnoli insieme per valorizzare il patrimonio territoriale

Giovani romagnoli insieme per valorizzare il patrimonio territoriale

La sigla a prima vista può incutere un certo timore: E-Youth. Al di là del neologismo, il contenuto è di quelli all'avanguardia e sta per "Giovani europei che cooperano nel valorizzare il proprio patrimonio territoriale". Ed è quanto hanno fatto 36 ragazzi delle tre province della Romagna (Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini), che hanno preso parte a questo progetto di cooperazione internazionale insieme ad altri coetanei di tre stati europei (Bulgaria, Grecia, Romania)

 

I ragazzi sono stati i protagonisti di una iniziativa volta a conoscere il proprio territorio e raccontarlo utilizzando le moderne tecnologie d'oggi.

 

Il risultato è un portale oggi visibile a tutti (www.e-youth.eu <https://www.e-youth.eu> ), testimonianza di come un territorio può essere condiviso e descritto in maniera originale attraverso un percorso multidisciplinare e un linguaggio giovane.


Operativamente i ragazzi (15-26 anni) si sono suddivisi in quattro gruppi di lavoro, ognuno dei quali è stato dedicato a una particolare tematica: storia locale e leggende; feste tradizionali (musica, danze, religione); natura, ambiente, architettura; prodotti locali, cibo, ricette. Realizzando dei tour in bicicletta nelle aree rurali, concentrate in particolare nella valle del Bidente, i giovani, accompagnati dai rispettivi coordinatori, hanno raccolto il materiale per l'elaborazione dei prodotti multimediali. In particolare, utilizzando fotocamere e viodeocamere, per fotografare, mappare il territorio, registrare voci, suoni, colori, materiale utilizzato nel lavoro finale. Duplice l'obiettivo dell'iniziativa: far conoscere il territorio; promuoverne le bellezze e le peculiarità. Non solo. Ogni gruppo poi ha condiviso con gli altri i propri elaborati, instaurando un rapporto di dialogo e condivisione di esperienze. La pubblicazione all'interno del portale, consente infatti di condividere a un livello più ampio un lavoro collettivo incentrato sul proprio territorio.



E-Youth è un progetto che ha avuto quale capofila L'Altra Romagna, partner insieme a Bulgaria Training per la Bulgaria, l'Università "Eftimie Murgu" Resita per la Romania, il Direttorato Istruzione Secondaria di Pieria/Ufficio Mobilità e Progetti Europei della Grecia. All'evento hanno collaborato il Comune di Civitella, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e la Banca Romagna Cooperativa di San Piero in Bagno.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -