Giro d'Italia, Belletti: "Voglio vincere una tappa, sogno Ravenna"

Giro d'Italia, Belletti: "Voglio vincere una tappa, sogno Ravenna"

Giro d'Italia, Belletti: "Voglio vincere una tappa, sogno Ravenna"

Poche parole, misurate ma decise: Manuel Belletti è pronto a vivere un Giro d'Italia da protagonista, almeno nella prima parte della corsa, nelle prime 12-13 tappe che quasi quotidianamente potranno vederlo tra i papabili. "Sto bene - dice a RomagnaOggi.it - fin qui è stata una stagione importante, ricca di soddisfazioni e adesso mi sento in condizione di fare un bel Giro". Un Giro che per lui sarà diviso in due parti.

 

Nella prima, che si concluderà idealmente a Ravenna, l'obiettivo del portacolori della Colgano-Csf sarà provare a portare a casa una vittoria di tappa, nel secondo sarà quello di tener duro e provare ad arrivare a Milano, superando le infinite asperità che questa edizione della corsa rosa prevede.

 

Il vero sogno nel cassetto, però, è tentare a bissare il trionfo dello scorso anno, quando vinse alla grande la tappa del Giro con arrivo a Cesenatico, proprio a Ravenna. Insomma ripetere il successo in Romagna. "Il solo pensiero è un sogno - ammette Manuel, 26 anni cesenate - ma sicuramente ci proverò e a Ravenna sarò lì a lottare, se possibile con più forza e con tante motivazioni in più rispetto alle altre tappe".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lì ci sarà tutto il mio fans club e ce la metterò tutta - prosegue l'atleta romagnolo - ma le occasioni saranno anche altre". Da provare a cogliere con la spinta e la determinazione di un battesimo importante, quello della festa tricolore di Torino: "E' stata una giornata splendida - racconta Belletti - Torino era fantastica e il passaggio delle frecce tricolori è stato un momento emozionante". La stessa emozione di chi lo seguirà chilometro dopo chilometro: "I miei genitori sono anche i miei primi tifosi: lavoro permettendo ci saranno sempre".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -