Giro d'Italia, Savini: "Pronto a dare battaglia in salita"

Giro d'Italia, Savini: "Pronto a dare battaglia in salita"

Giro d'Italia, Savini: "Pronto a dare battaglia in salita"

FAENZA - Condizione buona, morale alto e tanta voglia di far bene. Ci sono tutti gli ingredienti necessari per recitare un ruolo di primo piano alla 94esima edizione del Giro d'Italia per il romagnolo Filippo Savini, 26 anni faentino della Colnago-Csf. "Userò le prime tappe per saggiare la gamba, poi da Ravenna in avanti mi giocherò la possibilità di far bene in qualche tappa", rivela a RomagnaOggi.it il giovane portacolori della .

 

La sensazione è buona, anche se - chiarisce Filippo parlando con RomagnaOggi.it nel trasferimento da Torino verso l'albergo - "non ho preparato questo Giro a puntino come può aver fatto chi punta alla classifica finale". Del resto "al recente Giro del Trentino ho trovato una buona condizione che spero di mantenere anche qui".

 

Con l'obiettivo, più o meno dichiarato, di "far bene nelle tappe difficili, magari provare anche a vincere una tappa". Traguardo ambizioso, per raggiungere il quale dovrà vincere anche la concorrenza di mostri sacri come Contador, Nibali e Scarponi, tre favoriti per la vittoria finale secondo l'atleta faentino.

 

Non avrà però avversari romagnoli. "Il mio compagno di squadra Manuel Belletti è in buona condizione e tra noi romagnoli è quello che potrà ottenere i risultati migliori - prevede Filippo -. Marangoni dovrà lavorare sodo per sostenere un capitano dal nome importante come Nibali, mentre per Montaguti bisogna sperare che trovi una giornata in cui gli vada tutto bene per riuscire a centrare un risultato importante".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Savini dà appuntamento ai suoi tifosi "sicuramente a Ravenna per salutarci, ma per divertirsi aspetto tutti sulle salite della seconda settimana". Dove il gioco si farà duro e saranno solo i duri a poter giocare.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -