Giustizia, 23mila processi a rischio in Emilia-Romagna con le nuove norme

Giustizia, 23mila processi a rischio in Emilia-Romagna con le nuove norme

Giustizia, 23mila processi a rischio in Emilia-Romagna con le nuove norme

La norma sulla sospensione dei processi, ridefinita "salva-premier", approvata la scorsa settimana dal Senato, mette a rischio anche la giustizia della nostra regione. Il provvedimento ricadrebbe, infatti, su 23.000 procedimenti in corso in Emilia-Romagna. Si tratta di quasi un quarto degli oltre 100.000 procedimenti che al 31 dicembre 2007 risultano pendenti presso i tribunali della regione per reati commessi fino al 2002. I dati sono dalla Corte d'Appello di Bologna.

 

Nel dettaglio, come spiega l'avvocato bolognese Simone Sabattini, le nuove norme potrebbero interessare: 333 degli 802 processi pendenti (quindi il 41%) che prevedono il rito collegiale, e quindi relativi ai reati piu' gravi; 2581 dei 13.201 processi con rito monocratico (19,6%); 20.673 degli 86.472 procedimenti trattati attualmente dal giudice per le indagini preliminari (23,9%). Per un totale, quindi, di 23.587 procedimenti interessati sui 100.475 pendenti (23,5%).

 

L'effetto più pesante ricadrebbe, come ovvio, sul tribunale di Bologna di Bologna, dove i procedimenti interessati sarebbero 13.523 su 40.021 pendenti (166 su 301 per il collegiale, 696 su 1.856 per il monocratico, 12.661 su 37.864 per l'ufficio gip/gup).

 

Diversa, ma non di tanto, la situazione a Modena, dove si parla di 6.225 procedimenti su 19.147 (25 su 100 per il collegiale, 202 su 2962 per il monocratico, 5.998 su 16.085 per l'ufficio gip/gup). Scenario analogo a Reggio Emilia: 1.595 su 12.180 (19 su 56 per il collegiale, 618 su 1.562 per il monocratico e 898 su 10.562 per l'ufficio gip/gup).

 

A Rimini le nuove norme riguarderebbe 962 su 7.990 (53 su 119 per il collegiale, 410 su 1.486 per il monocratico e 499 su 5725 per l'ufficio gip/gup).

 

A Parma si tratta invece di 511 procedimenti su 4.233 pendenti (31 su 75 per il monocratico, 279 su 1.151 per il collegiale e 201 su 3.007 perl'ufficio gip/gup). A Forli' il dato e' di 366 su 5.475 (7 su 25 per il collegiale, 129 su 1.663 per il monocratico e 230 su 3.787 per l'ufficio gip/gup).

 

Ancora più modeste le previsioni per il tribunale di Ravenna, dove il ‘salva-premier' riguarderebbe 229 procedimenti su 6.494 (14 su 43 per il collegiale, 96 su 973 per il monocratico e 119 su 5.478 per l'ufficio gip/gup). A Ferrara, invece, il dato e' di 139 su 3.200 (15 su 63 per il collegiale, 113 su 977 per il monocratico e  11 su 2.160 per l'ufficio

gip/gup).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dati ancora meno incisivi a Piacenza, dove le norme interverrebbero in 95 procedimenti su 2.393 (3 su 20 per il collegiale, 38 su 571 per il monocratico e 54 su 1.802 per l'ufficio gip/gup).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -