Gli 'animalisti' finiscono nel mirino della Digos, perquisizioni a Faenza, Forlì e Ravenna

Gli 'animalisti' finiscono nel mirino della Digos, perquisizioni a Faenza, Forlì e Ravenna

Gli 'animalisti' finiscono nel mirino della Digos, perquisizioni a Faenza, Forlì e Ravenna

RAVENNA - Le abitazioni di una decina di giovani aderenti a movimenti ecologisti ed animalisti sono finiti nel mirino degli uomini della Digos. Le perquisizioni, effettuate venerdì notte nel Forlivese, a Ravenna e a Faenza, aveva come principale obiettivo la ricerca di documenti relativi ai vari gruppi che operano in Emilia Romagna. Il materiale recuperato potrà esser utilie per risalire agli autori di alcuni blitz vandalici commessi in una serie di fashion group.

 

Gli inquirenti hanno sequestrato anche tutti i pc trovati nelle abitazioni e le matrici per la stampa di diverse magliette. Nel mirino degli animalisti negli ultimi mesi sono finiti in particolar modo i negozi ‘Max Mara' di Faenza, Rimini e Riccione, catena accusata di vender pellicce con pelo animale, secondo quanto riporta l'edizione di Ravenna del Carlino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -