Grandi eventi, scarcerato Anemone: ''Ho sempre lavorato onestamente''

Grandi eventi, scarcerato Anemone: ''Ho sempre lavorato onestamente''

Grandi eventi, scarcerato Anemone: ''Ho sempre lavorato onestamente''

ROMA - Torna in libertà dopo tre mesi di carcere Diego Anemone, considerato dagli investigatori la figura chiave dell'inchiesta condotta dalla procura di Perugia sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi (dai mondiali di nuoto a Roma al G8 che si doveva tenera alla Maddalena, ma anche le celebrazioni per il 150/o anniversario dell'Unità d'Italia). È infatti terminata la custodia cautelare in carcere disposta per il reato di concorso in corruzione dal Gip Paolo Micheli.

 

Come lui, ha lasciato il carcere anche Mauro Della Giovampaola, uno dei funzionari pubblici che operavano all'interno della Struttura di missione relativa al vertice degli otto Grandi inizialmente programmato in Sardegna. "Ho sempre lavorato onestamente, con tenacia, senza risparmiarmi e nel massimo rispetto di tutti i miei collaboratori", ha affermato Anemone, dicendosi certo "che la giustizia, nella quale continuo ad avere grande fiducia, farà chiarezza sulla mia totale innocenza".

 

Lavorerò sodo - ha aggiunto - per far emergere la verità rispetto le vicende delle quali mi si accusa ingiustamente e le carte processuali lo dimostreranno". Anenome ha affermato inoltre che è suo "prioritario interesse fare luce su ogni fatto e ci riuscirò". "Tutti i fatti che mi si addebitano saranno certamente smentiti e chiariti nelle sedi competenti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -