Gravina, Pappalardi provato e commosso all'interrogatorio

Gravina, Pappalardi provato e commosso all'interrogatorio

BARI – “Non avrei mai fatto del male a Ciccio e Tore”, così si è congedato dal gip Giulia Romanazzi, Filippo Pappalardi, dopo l’interrogatorio. Tre ore di lacrime e commozione, dalle quali non è emerso nulla di nuovo. Lunedì il giudice deciderà sulla scarcerazione.


All'indagato sono state fatte presenti alcune incongruenze con le precedenti dichiarazioni, dal giudice e dal pm, Antonino Lupo. Ma nessuna novità.


Pappalardi, vistosamente provato, è stato accompagnato al tribunale di Bari, dal carcere di Velletri, circa a mezzogiorno, a bordo di un cellulare preceduto da un'auto di scorta. Un incontro fugace, dopo l’interrogatorio, con la convivente, Maria Ricupero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -