Guerra alla zanzara tigre, la Regione stanzia oltre due milioni di euro

Guerra alla zanzara tigre, la Regione stanzia oltre due milioni di euro

Guerra alla zanzara tigre, la Regione stanzia oltre due milioni di euro

RIMINI - La Regione dichiara guerra alla zanzara tigre. Sono oltre 2 i milioni stanziati per prevenire le epidemie di Chikungunya e Dengue che vengono trasmesse dall'insetto dai colori zebrati. Spetta a Rimini il primato della spesa con ben 425mila euro investiti, seguita da Ravenna con 404mila. Da viale Aldo Moro sono stati stanziati anche 300mila euro (282 mila all'Ausl di Cesena e 18mila a quella di Ravenna) per la quarta fase del piano sperimentale anti-tigre.

 

 "L'Italia - disse allora di fronte ai sindaci della provincia  l'assessore provinciale alla Sanita' di corso d'Augusto Fabrizio Piccioni- è già identificata come zona in cui e' presente il virus portato dalla zanzara tigre: oltre a quello sanitario, e' evidente il rischio per la nostra economia turistica qualora all'inizio della stagione estiva dovessero verificarsi casi di contagio".

 

E solo un mese dopo nel ravennate si fece partire un meticoloso piano d'intervento: controlli a tappeto, multe e interventi straordinari di disinfestazione porta a porta nelle zone a rischio. La crisi sanitaria fu scongiurata su tutto il territorio regionale: solo un contagio a Bologna (dove l'azienda guidata da Francesco Ripa di Meana ha speso 241 mila euro) di un cittadino dello Sri Lanka che si ammalò nel proprio paese.  Ma la zanzara tigre portò con sè un effetto collaterale: per qualche giorno, in estate, il Policlinico bolognese Sant'Orsola-Malpighi fu costretto a sospendere gli interventi chirurgici programmati: troppo poco sangue nelle riserve.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lotta serrata ovunque, insomma, per prevenire la crisi sanitaria. Una lotta che all'Ausl di Ferrara e' costata (almeno di risorse regionali) 262 mila euro, all'azienda sanitaria di Modena 227 mila euro, a quella di Reggio Emilia 146 mila euro, all'Ausl di Cesena 138 mila euro e quella di Parma 104 mila euro. Spese di gran lunga inferiori invece per Piacenza (64 mila euro),Forli' (43 mila euro) e Imola (40 mila euro).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -