Guerra degli aeroporti, Morrone (Lega): "Da Piva parole inconcepibili"

Guerra degli aeroporti, Morrone (Lega): "Da Piva parole inconcepibili"

FORLI' - "Sono da ritenersi inconcepibili e ingiustificabili le parole pronunciate dal Consigliere regionale riminese, Roberto Piva (Pd), in merito alla recente disdetta dei contratti della low cost Wind Jet a discapito dello scalo forlivese Ridolfi." "Gioire perché l'aeroporto di Forlì e la Seaf perdono la compagnia aerea Wind Jet favorendo in tal senso l'aeroporto Fellini e Aeradria, la compagnia di gestione dello scalo riminese, è in tutti i sensi un comportamento intollerabile, a maggior ragione se a pronunciare tali parole è una figura istituzionale come il Consigliere Regionale del PD Roberto Piva."

 

 Ribatte così duramente il Segretario Provinciale della Lega Nord Forlì - Cesena , Jacopo Morrone, a seguito del plauso del Consigliere Piva ad Aeradria per aver "scippato" la compagnia aerea siciliana alla Seaf. "Voglio sperare che Piva ritratti quanto prima le parole dette, e si renda conto della loro gravità. Ritengo di cattivo gusto scherzare e complimentarsi con la società Aeradria per l'accordo recentemente concluso con Wind Jet ai danni dell'aeroporto di Forlì, soprattutto se si considerano le migliaia di persone che lavorano all'interno dello scalo forlivese e che indubbiamente risentiranno della perdita commerciale derivante dal taglio dei voli. Tale manovra societaria inoltre non farà altro che facilitare la realizzazione del piano strategico di Bologna e cioè quello di chiudere in primis l'Aeroporto di Forlì e a seguire quello di Rimini."

 

"In questo momento" - prosegue il giovane esponente leghista-  "mi auguro solamente che, sia  Alessandrini che Zoffoli, anch'essi Consiglieri Regionali del PD, vengano allo scoperto e prendano posizione nel richiamare all'ordine il loro compagno di partito a Bologna."

 

"In questa fase è necessario mettere da parte qualsiasi bandiera politica e difendere il nostro territorio. La guerra fratricida, riscontrabile all'interno della rappresentanza romagnola del Partito Democratico, ci danneggia sotto tutti i punti di vista."   

 

Infine conclude Morrone: "La realtà effettiva è l'inconsistenza e l'incapacità del PD Forlivese nel far valere i diritti del nostro territorio. Le nostre istituzioni si stanno facendo schiacciare e manipolare non solo da Bologna ma anche dal capoluogo riminese. Il Comune di Forlì in particolare non conta nulla nel panorama degli enti regionali e ancora una volta a pagare l'incompetenza delle amministrazioni locali saranno i semplici cittadini."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -