Heineken Jammin Festival, Vasco Rossi: ''Non verrà rimborsata la gioia''

Heineken Jammin Festival, Vasco Rossi: ''Non verrà rimborsata la gioia''

Venezia- "I biglietti saranno rimborsati dall'organizzazione ma la gioia di ritrovarsi insieme sul prato ad ascoltare musica dal vivo chi ce la rimborsa? Avete ragione ma non è facile organizzare un concerto per centomila persone e il parco mi dicono non sarà più disponibile almeno fino all'anno prossimo. Non so ancora in che modo e dove ma vi prometto che qualche cosa mi inventerò magari a settembre". Cosi Vasco Rossi dal suo sito internet commenta i fatti che hanno visto annullata la data all'Heineken Jammin Festival a Mestre (Venezia).

Rimborso biglietti - In una nota diffusa oggi Milano Concerti, società organizzatrice dell'Heineken Jammin Festival al parco San Giuliano a Mestre, ha reso note le modalità di rimborso dei biglietti; il festival della musica e' stato annullato in seguito ad una tromba d'aria che lo scorso venerdì ha distrutto gran parte del palco e portato all'annullamento di tre date, inclusa quella del concerto di Vasco Rossi, prevista per domenica per la quale erano stati staccati già oltre 105mila biglietti. Il rimborso del biglietto, annuncia Milano concerti, sarà complessivo e comprenderà quindi anche i diritti di prevendita. Per il concerto del 15 giugno (venerdì, seconda data) saranno rimborsati sia i biglietti che si trovano in stato integro sia quelli ai quali e' stato strappato il tagliando di ingresso. Il rimborso potrà essere ottenuto in modi diversi secondo le modalità con cui il biglietto e' stato acquistato. Per i biglietti acquistati presso i punti vendita ci si potrà recare, senza fretta, presso il punto vendita nel quale e' stato precedentemente effettuato l'acquisto a partire da Martedì 19 giugno 2007 e fino a tutto il 27 luglio 2007, presso il punto vendita nel quale e' stato precedentemente effettuato l'acquisto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nominati tre periti per l’incidente - Saranno tre periti, esperti di ponteggi, a stabilire se le torri, crollate ieri all'Heineken Jammin Festival, erano state erette secondo gli standard di sicurezza oppure no. L'incarico è stato conferito ai tre ingegneri, subito dopo l'apertura dell'inchiesta, da parte del pm Francesco Saverio Pavone: da appurare inoltre se si dovrà procedere per disastro colposo o lesioni colpose. Nessun nome è stato iscritto, ad ora, nel registro degli indagati.


Cacciari: ‘’Heineken Jammin Festival resterà a Mestre’’ - "L'Heineken Jammin Festival? Per quanto mi riguarda continuerà a essere ospitato a Mestre: non c'e' nessuna ragione perchè non debba essere rifatto all'interno del Parco di San Giuliano''. Cosi il sindaco di Venezia Massimo Cacciari ai giornalisti che chiedevano un suo commento dopo la tromba d'aria che ha devastato venerdì l'area dove si stava svolgendo la manifestazione. ''Quanto è successo - ha spiegato il primo cittadino - è frutto di un evento imprevisto ed imprevedibile: dopo un incidente di questo genere, con dei ragazzi feriti, a cui vanno i miei più sentiti auguri, è normale che sia stata aperta un'inchiesta da parte della magistratura, che però non riguarda il Comune, ma gli organizzatori: voglio solo ricordare che le strutture montate avevano superato la consueta verifica della Commissione spettacoli''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -