Hera presenta il piano industriale, 92 milioni di investimenti a Forlì-Cesena fino al 2014

Hera presenta il piano industriale, 92 milioni di investimenti a Forlì-Cesena fino al 2014

Hera presenta il piano industriale, 92 milioni di investimenti a Forlì-Cesena fino al 2014

CESENA - Consolidare Hera come realtà in crescita, efficiente e al servizio del territorio, in grado di cogliere rapidamente le opportunità di un settore in progressiva evoluzione. E' questo l'obiettivo di fondo del Piano Industriale del Gruppo al 2014, presentato lunedì pomeriggio nella sede Hera di Cesena dal Presidente Tomaso Tommasi di Vignano al Comitato Territoriale Sindaci di Forlì-Cesena, organo costituito nel 2006 per agevolare comunicazione e confronto fra la Multiutility e il territorio.

  

Gli obiettivi del Piano

A livello di Gruppo, il documento prevede, al 2014, la crescita del Margine operativo lordo a € 750 milioni (+32% rispetto al 2009) e il miglioramento del rapporto fra posizione finanziaria netta e margine operativo, in discesa a 2,8 (rispetto 3,3 al 2009) grazie al pieno equilibrio sul fronte dei flussi finanziari.

Alla crescita stimata contribuiranno positivamente tutte le aree d'attività del Gruppo.

 

Gli investimenti in provincia di Forlì-Cesena

Gli investimenti previsti fino al 2014 sul territorio della Struttura Operativa Territoriale di Forlì-Cesena ammontano complessivamente a € 92 milioni, di cui una parte importante sul settore idrico, a testimonianza di una costante tensione verso la qualità e l'efficienza del servizio erogato.

Sulla rete idrica gli investimenti sono concentrati sul potenziamento dei depuratori di Forlì, al fine di aumentarne ancora efficienza e affidabilità, e Cesenatico, in considerazione anche del considerevole aumento delle portate durante la stagione turistica.

Altri importanti investimenti riguardano le importanti opere di risanamento ed adeguamento degli scarichi delle pubbliche fognature: si tratta di interventi per completare il servizio di fognatura e depurazione anche nelle zone più periferiche rispetto ai maggiori impianti presenti sul territorio.

 

La dichiarazione del Direttore Hera Forlì-Cesena Franco Fogacci

"Gli investimenti, realizzati in questi anni dalla Sot di Forlì-Cesena sul territorio sono stati rilevanti e hanno riguardato tutti i settori di operatività - spiega Franco Fogacci, Direttore della Struttura Operativa Territoriale Hera di Forlì-Cesena - In particolare sono stati indirizzati al miglioramento di impianti e reti del settore idrico, grazie anche ai quali si è potuto conseguire una riduzione delle dispersioni idriche particolarmente significativa, che ci porta oggi ad essere un'eccellenza a livello nazionale. L'acqua immessa in rete e non fatturata rappresenta infatti in provincia circa il 19%, a fronte di una media nazionale del 34%, come indicato Rapporto sul Servizio idrico integrato dell'Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva 2009, pari a 5,1 metri cubi per km al giorno. A ciò vanno poi aggiunti gli investimenti pianificati per i progetti speciali, fra cui la sostituzione dei contatori"

 

La dichiarazione di Nivardo Panzavolta, Coordinatore del Comitato Territoriale Sindaci

"Il Comitato si riunisce con frequenza trimestrale e in via straordinaria ogni volta che occorre discutere di temi di rilevanza strategica per il territorio e l'argomento dell'incontro di ieri lo era particolarmente - spiega Nivardo Panzavolta, il sindaco di Cesenatico Coordinatore del Comitato Territoriale Sindaci - il confronto sul nuovo Piano industriale della società e le opportunità ambientali ed economiche che esso presenta per Forlì-Cesena. Si è trattato, mi pare, di un confronto interessante, che conferma l'attenzione di Hera sui servizi ma nel contempo ai costi".

 

La dichiarazione del Presidente di Hera Spa Tommasi di Vignano

"Il Piano presentato delinea un Gruppo in grado di guardare al futuro con tranquillità e ottimismo, grazie ai risultati industriali conseguiti e prossimi che consentono di traguardare oggi un'importante crescita in tutti i settori - spiega il presidente di Hera Spa Tomaso Tomasi di Vignano - Tale crescita si sposa con una costante attenzione ai servizi erogati e al rafforzamento patrimoniale, essenziale a sostenere le ulteriori prospettive di sviluppo e investimento. Il Gruppo quindi anche nel futuro saprà essere una realtà al servizio del territorio con la consueta attenzione alla sostenibilità e capace al tempo stesso di muoversi con prontezza per cogliere tutte le opportunità di sviluppo coerenti con la propria missione".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -