I penitenziari dell'Emilia-Romagna sono i più sovraffollati d'Italia

I penitenziari dell'Emilia-Romagna sono i più sovraffollati d'Italia

I penitenziari dell'Emilia-Romagna sono i più sovraffollati d'Italia

La situazione carceri in Emilia-Romagna non accenna a migliorare. Tutti gli istituti penitenziari principali della regione, eccezion fatta per quello di Castelfranco Emilia, sono in sovraffollamento. E' Ravenna a guidare la classifica, con un indice di sovraffollamento del 142% (143 detenuti per una capienza di 59). Male anche Rimini (+118%). Forlì risulta tra le meno 'sovraffollate', anche se l'indice è comunque alto: +64%, frutto dei 222 detenuti a fronte di una capienza regolamentare di 135.

 

"Vista la perdurante disattenzione della politica e dei politici verso una delle più gravi emergenze nazionali vogliamo, per l'ennesima volta, rendere di pubblico dominio i numeri che certificano lo stato comatoso in cui versano gli istituti penitenziari. Ancora una volta lanciamo un disperato grido di allarme e un sentito appello perché la società e la stampa prendano coscienza del dramma penitenziario. Le incivili, disumane e degradate condizioni di detenzione cui si coniugano penalizzanti ed infamanti condizioni di lavoro fanno - afferma Eugenio SARNO , Segretario Generale della UIL PA Penitenziari - della questione penitenziaria una vera emergenza sanitaria, umanitaria, sociale e di ordine pubblico."

 

Dopo aver diffuso, ieri, le cifre complessive del panorama penitenziario , oggi la UIL PA Penitenziari illustra alcuni dettagli su base regionale. " Dalla rilevazione effettuata alle ore 17.00 del 20 settembre scorso negli istituti penitenziari regionali si trovavano ristretti 4444 detenuti a fronte di una capacità ricettiva pari a 2388, per un indice di sovraffollamento del 85,7 % che colloca l'Emilia Romagna in testa alla graduatoria nazionale per indice di sovraffollamento. Conseguentemente anche gli istituti emiliani trovano adeguata posizione nella graduatoria nazionale degli istituti in ordine di sovraffollamento , pubblicata sul sito www.polpenuil.it.

 

"Ben sette nei primi trenta posti ( Ravenna 9°, Bologna 13°, Piacenza 15°, Rimini 19°, OPG Reggio E. 20°, C.C. Reggio E. 21°, Modena 29°). I numeri sono piuttosto eloquenti e non abbisognano di ulteriori commenti -continua SARNO - Per quanto ci riguarda abbiamo lanciato da tempo l'allarme sulla complessa situazione penitenziaria dell' Emilia Romagna . E' ora che qualcuno si dia una mossa prima che tutto diventi irrecuperabile. "

 

L'analisi dettagliata degli eventi critici non può non supportare l' allarme lanciato dalla UIL PA Penitenziari "In Emilia Romagna dal 1 gennaio ad oggi si sono verificati tre suicidi e ben 17 tentati suicidi sventati dal personale di polizia penitenziaria. Tali eventi coniugati ai 319 ( 108 solo a Bologna) atti di autolesionismo e alle sette aggressioni perpetrate in danno di poliziotti penitenziari definiscono un quadro reale e fedele delle difficoltà in cui è costretto ad operare il personale. Il silenzio del Guardasigilli disorienta e sconcerta. Nella situazione di sfascio ed inefficienza che caratterizza l'Amministrazione Penitenziaria è necessario un suo intervento, sempreché - chiosa ironico SARNO - ritenga che il dramma penitenziario rientri nelle sue competenze."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -