I pm: Ruby adescata quando aveva 16 anni

I pm: Ruby adescata quando aveva 16 anni

I pm: Ruby adescata quando aveva 16 anni

MILANO - Chiusa l'inchiesta nei confronti del consigliere regionale del Pdl Nicole Minetti, del manager dei vip Lele Mora e del direttore del Tg4 Emilio Fede, coinvolti nel "Ruby-gate" con l'accusa di favoreggiamento e induzione della prostituzione di ragazze maggiorenni ed anche della minorenne Ruby. Per i magistrati di Milano che indagano sulla vicenda il primo contatto della giovane marocchina con Fede e Mora risale al settembre 2009.

 

Secondo i pm, il direttore del Tg4 avrebbe conosciuto la ragazza in occasione di un concorso di bellezza a Taormina. I tempi dei reati contestati si dilatano. Gli inquirenti ritengono che ci sia stata una 'gestione' dell'ex minorenne iniziata molto tempo prima di quando, il 14 febbraio 2010, Ruby partecipò alla sua prima cena ad Arcore. Per i magistrati la prima visita nella residenza del premier Silvio Berlusconi sarebbe avvenuta quando non aveva ancora compiuto 17 anni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il reato di induzione alla prostituzione sarebbe proseguito fino al gennaio 2011, mentre il favoreggiamento invece si estende dal settembre 2009 fino al maggio 2010. I pm hanno poi stralciato la posizione di altri tre indagati, un autista e un collaboratore di Lele Mora e l'agente di una delle ragazze che partecipavano alle feste ad Arcore. Contestata la prostituzione a 32 ragazze maggiorenni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -