I ricercatori universitari si ribellano alle parole del rettore Frati: "sconcertanti"

I ricercatori universitari si ribellano alle parole del rettore Frati: "sconcertanti"

I ricercatori universitari si ribellano alle parole del rettore Frati: "sconcertanti"

Dopo le accuse ai ricercatori del rettore dell'Università La Sapienza di Roma, Luigi Frati, arriva la replica. In merito a queste parole, Marco Merafina, coordinatore nazionale dei ricercatori universitari, ha affermato come abbiano lasciato "nello sconcerto la stragrande maggioranza della comunità universitaria della Sapienza e non solo". Frati aveva sostenuto che i tagli all'Università fossero motivati anche dal 10% dei ricercatori, che lavora alla Sapienza e "non ha prodotto nulla in 10 anni".

 

Non piace soprattutto quella che Merafina definisce una "sensazione di baratto con il Governo", ovvero finanziamenti in cambio "dell'epurazione di quattro mele marce dentro l'università". Durante la seduta del Cda della Sapienza l'incontro diretto.

 

Il rappresentate dei ricercatori ha protestato per la categoria, data in pasto ai giornali che "senza alcuna eccezione, si sono 'prodigati' contro tale categoria, considerando i ricercatori dei fannulloni se non addirittura dei 'ruba-stipendio'"

 

 

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Marina_G
    Marina_G

    Vorrei solo precisare che Marco Merafina non è per nulla il "coordinatore nazionale dei ricercatori universitari", anzi: la sua proposta di trasformare tutti i ricercatori in professori universitari mantenendo lo stipendio dei ricercatori è una delle idee più impopolari tra i giovani ricercatori, ed avvantaggia solo persone come Merafina stesso, che non sarebbero mai in grado di vincere un concorso regolare. Merafina dì quello che vuoi, ma non nasconderti dietro ad un ruolo di coordinamento che non hai e che non meriti!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -