I trans a Lido di Classe su Mtv: "Sotto pressione dalle forze dell'ordine"

I trans a Lido di Classe su Mtv: "Sotto pressione dalle forze dell'ordine"

I trans a Lido di Classe su Mtv: "Sotto pressione dalle forze dell'ordine"-2

La presenza dei trans a Lido di Classe continua ad essere un "caso" nazionale e internazionale. A prendere in mano la notizia e ad irradiarla nuovamente sul circuito mediatico nazionale è l'emittente Mtv, una delle più seguite dai giovani, ripresa poi dal Corriere della sera. Quello che emerge è l'eterno conflitto di questa località: da un lato le voci dei trans e dei proprietari degli alloggi dati in affitto, dall'altra l'esasperazione di residenti e operatori turistici.

 

Del resto non potrebbe essere altrimenti in una località in cui vivono all'incirca 400-500 persone e dove operano, a "regime", fino a 150 trans. Tra le voci raccolte da Mtv ci sono quelle di due trans, che raccontano della pressione che subiscono quotidianamente dalla polizia ma anche di come a volte ci siano anche finali a lieto fine. Come per Karol, che dopo un'ora passata assieme, si è ufficialmente fidanzata con il suo attuale compagno, che non ha fatto una piega quando ha saputo che chi aveva di fronte non era una donna.

 

Ci sono anche le voci di chi lavora per la tutela sanitaria delle prostitute, e lamenta un eccessivo clima di intolleranza, che si placa solo quando ad essere coinvolti sono i titolari dei locali che vengono dati in affitto (spesso e volentieri anche in nero) e dei locali di quello che può essere definito un "indotto" (ad esempio il proprietario del sexy-shop).

 

Ora però il clima sembra essere cambiato. Il sindaco Matteucci, che un paio d'anni fa si inventò "voyeur" minacciando di avere nel cassetto del suo ufficio in Comune a Ravenna le foto dei clienti dei trans, non molla la presa e i controlli delle forze dell'ordine si fanno sempre più pressanti. Anche nelle case, da parte dei vigili urbani, ufficialmente per controllare la regolarità dei contratti d'affitto. Di fatto per debellare un problema oggettivamente avvertito dalla popolazione, sotto le insegne del "ripristino della legalità".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Ram
    Ram

    Premesso che i problemi possono esistere (come in tanti altri casi), qui si sfruttano populismo e demagogia, e la politica trova una ghiotta occasione se l'obiettivo sono "categorie" (mi scuso per il termine) che possono solo tacere. A Lido di Classe pattugliano continuamente due o tre auto delle forze dell'ordine creando un'atmosfera "colombiana", manco ci fosse la cupola della 'ndrangheta da sgominare (e dire che contro le mafie anche in Romagna ci sarebbe da lavorare, ma qui è meglio prendersela con i trans, è più importante il decoro e il voto alle prossime lezioni). Continue perlustrazioni nelle case dove abitano i trans un giorno si e l'altro pure. Se è questo il modo di "ripristinare legalità" stiamo freschi. La cappa della crosta populistica ed intollerante si fa sempre più forte, ma il marcio resta nel profondo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -