Il caso di don Riccardo, la telefonata choc: ''Trova un bimbo di 10 anni''

Il caso di don Riccardo, la telefonata choc: ''Trova un bimbo di 10 anni''

Il caso di don Riccardo, la telefonata choc: ''Trova un bimbo di 10 anni''

MILANO - Le indagini su don Riccardo Seppia continuano a riservare continui colpi di scena. Giovedì i Carabinieri dei Nasi di Milano, su richiesta del pm di Genova, E.A., ex seminarista ed aspirante croupier. L'uomo si stava imbarcando su una nave da crociera come croupier. L'accusa è di induzione e sfruttamento della prostituzione. Contro di lui pesano le accuse di due minorenni. Questi avrebbero confermato di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con Don Seppia e E.A.

 

E.A., secondo gli uomini dell'Arma, ha avuto un ruolo di procacciatore di ragazzini per il sacerdote. E lo ha fatto anche attraverso le chat di alcuni siti gay frequentate da don Seppia. L'ex seminarista avrebbe contattato alcuni minorenni, spingendoli ad incontrarsi con il parroco in cambio di cocaina e di soldi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta sul parroco della Chiesa di Santo Spirito di Sestri Ponente in carcere da venerdì scorso poiché accusato di abusi su minori e cessione di sostanze stupefacenti, continuano e portano alla luce nuovi elementi. Al suo pusher nordafricano, riporta il "Corriere della Sera", Seppia avrebbe chiesto tramite sms di "trovare qualche madre che ha un bambino... che ha bisogno di coca".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -