Il commercialista di Rossi batte cassa: parcella da 4 milioni non saldata

Il commercialista di Rossi batte cassa: parcella da 4 milioni non saldata

Il commercialista di Rossi batte cassa: parcella da 4 milioni non saldata

Non sono finiti i ‘guai' contabili per Valentino Rossi. Il campione del mondo della MotoGp, infatti, pare debba ancora vedersela con lo studio di commercialisti che nel 2007 gli fece chiudere il contenzioso con il fisco italiano (che lo accusava di un'evasione multimilionaria). La ‘parcella' dello studio Cesaroni-Cappellini recrimina il saldo dell'onorario dei professionisti che hanno lavorato per i l centauro di Tavullia. Una cifra che secondo alcuni sarebbe attorno ai 4 milioni di euro.

 

In realtà pare che la parcella inizialmente avrebbe dovuto essere tra l'1 e l'1,5% della cifra che Rossi è riuscito a risparmiare, quindi tra gli 1,7 e i 2,5 milioni di euro: tuttavia sembra che la richiesta dei professionisti si sia alzata fino a 4 milioni, facendo così scattare il contenzioso tra il pilota e lo studio contabile. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -