Il delitto di Villalta, l'omicida al gip: ''Eleonora mi ha snobbato''

Il delitto di Villalta, l'omicida al gip: ''Eleonora mi ha snobbato''

Il delitto di Villalta, l'omicida al gip: ''Eleonora mi ha snobbato''

CESENA - Il giudice per le udienze preliminari di Forlì, Rita Chierici, ha interrogato giovedì Sokol Pirra, l'elettricista albanese di 39 anni che martedì pomeriggio ha ucciso al bar "Madame Cafè" di via dei Tigli, a Villalta di Cesenatico, l'ex compagna Eleonora Liberatore, 37 anni. L'uomo, tutelato dall'avvocato Chiara Brunelli, ha risposto alle domande del giudice dal letto del centro Grandi Ustionali dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena per la ferita al braccio.

 

>LE IMMAGINI DEI RILIEVI DELL'OMICIDIO, fotoservizio di Massimo Argnani

 

Il 39enne ha ricostruito le fasi dell'omicidio. Voleva parlare con l'ex. Cercare di ricucire quella ferita che si era aperta dopo che la ragazza aveva deciso di lasciare l'abitazione di via Verdoni. Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma di Cesenatico, che indagano sul caso, la donna si aspettava un confronto con Pirra. L'uomo si è presentato al bar, dove la vittima si trovava per un aperitivo con gli amici, armato di un coltello occultato sotto i pantaloni.

 

"Mi ha trattato con superficialità". E a quel punto il 39enne ha accoltellato la donna. "Non ricordo cosa ho fatto, mi dispiace solo di non esser riuscito a suicidarmi", ha detto l'uomo al gip. Attualmente è in prognosi riservata. Pirra rischia la parziale amputazione del braccio che si è dilaniato nel tentativo di folgorarsi in un palo dell'alta tensione. Ora è piantonato dai Carabinieri. L'accusa è di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi.

 

Ma dovrà rispondere anche di possesso abusivo di arma atta ad offendere. Venerdì ci sarà l'autopsia che sarà eseguita dall'anatomopatologa tedesca Elke Otto, incaricata dal pm Marco Forte che segue le indagini. L'esame dovrà chiarire quante coltellate ha sferrato l'extracomunitario alla Liberatore e quale è stata quella fatale. Nel frattempo il ‘Madame Caffè' resterà chiuso fino al 2 novembre "nel rispetto e memoria di Eleonora" come sta scritto in un foglietto applicato alla porta d'ingresso del bar.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -