Il dopo-voto. Vasco Errani: "Ed ora ripartiamo con la buona politica"

Il dopo-voto. Vasco Errani: "Ed ora ripartiamo con la buona politica"

Il dopo-voto. Vasco Errani: "Ed ora ripartiamo con la buona politica"

BOLOGNA - In questa campagna elettorale "io ho fatto una scelta molto chiara: quella di stare fuori dagli scontri e dalla propaganda per dedicarmi invece ai problemi delle persone, della vita quotidiana, del lavoro e delle piccole imprese, per migliorare le cose". Adesso "torniamo alla buona  politica". Parole del presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, appena rieletto alla piu' alta carica di Viale Aldo Moro, che ha pubblicato un corsivo sul proprio sito.

 

Innanzitutto, il governatore vuole ringraziare tutti "per le congratulazioni che continuano a giungere" a anche "chi mi ha sostenuto in questa riconferma, grazie alle forze della coalizione che mi hanno proposto nuovamente alla guida dell'Emilia-Romagna". Errani ora vuole andare avanti, a  "migliorare le cose", accelerando un percorso di riforme su tanti temi: "e' quello che continuero' a fare negli impegnativi cinque anni che ci aspettano".

 

Tra i cavalli di battaglia del precedente mandato c'erano le politiche contro la crisi, per un  welfare moderno, per la sanita' e la scuola. Tutte cose che "hanno ricevuto una netta conferma con questo voto". Il risultato "positivo" portera' il nuovo esecutivo, "che sara' definito nelle prossime settimane", ad andare avanti affrontando "in modo innovativo i problemi concreti". Un modo di procedere che non manchera' di disponibilita', mentre non ci saranno pregiudizi, visto che ci "sono sfide serie e gravi come quella dell'occupazione in tante aziende della regione".

 

Errani vuole agire "con determinazione e senza perdere tempo", ascoltando la societa' regionale e con l'obiettivo di non deludere nessuno: "sia chi mi ha votato che quanti hanno preferito un altro schieramento o partito". Gli emiliano-romagnoli sono una comunita' coesa, conclude il  presidente, "e' cosi' che sono stati raggiunti i risultati che ci contraddistinguono in Europa ed e' cosi' che dobbiamo essere in futuro". (Dire)

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -