Il giallo di Melania, il marito pronto al test del dna

Il giallo di Melania, il marito pronto al test del dna

Il giallo di Melania, il marito pronto al test del dna

ASCOLI - "Non sono indagini facili". Questo il commento del comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli Piceno, col. Alessandro Patrizio, sull'omicidio di Carmela Melania Rea, la 29enne originaria del Napoletano, ma residente a Folignano (Ascoli Piceno), scomparsa il 18 aprile e trovata morta due giorni più tardi in un bosco del teramano.

 

Sono tre i presunti sospettati per l'omicidio: il marito della vittima, Stefano Parolisi, un suo amico agente di polizia penitenziaria che abita nella frazione di Colle, poco distante dal Pianoro di San Marco dove la donna scomparve nel pomeriggio del 18 aprile, e un vicino di casa della coppia, un operaio di Folignano.

 

Il marito della vittima ha già spontaneamente consegnato i vestiti che indossava il giorno della scomparsa della moglie e le chiavi dell'auto, che non è sotto sequestro. "Sono disposto a dare anche il mio sangue per il Dna", per essere una volta per tutte escluso dalle indagini, ha aggiunto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'auto di Parolisi sono state trovate tracce ematiche, ma sembrerebbero vecchie. E poi Parolisi, istruttore al Reggimento Piceno, dove insegna tecniche di movimento, non è raro che abbia ferite sul corpo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -