Il giallo di Melania, l'amante del marito: ''La stava per lasciare''

Il giallo di Melania, l'amante del marito: ''La stava per lasciare''

Il giallo di Melania, l'amante del marito: ''La stava per lasciare''

ASCOLI - La sera del 17 aprile, il giorno prima della scomparsa di Carmela Melania Rea - la 29enne originaria del Napoletano, ma residente a Folignano (Ascoli Piceno), trovata morta il 20 aprile a Ripe di Civitella (Teramo), il marito della ragazza, il caporal maggiore Salvatore Parolisi, 30 anni, parlò al telefono con la soldatessa di 27 anni, sua ex allieva alla caserma di Ascoli con la quale da due anni aveva in piedi una relazione extraconiugale.

 

"Dirò a Melania che è finita, che è meglio lasciarci, domani lo faccio", aveva riferito l'uomo all'amante, stando a quanto riportato dalla stampa nazionale. Il 30enne, caporal maggiore dell'esercito, ha da chiarire molte cose. Della relazione clandestina ne aveva parlato con gli investigatori in maniera sbrigativa, liquidandola come "una scappatella di breve durata, una cosa lontana...". Ma a sentire la sua amante le cose non sarebbero affatto così.

 

La ventisettenne ha parlato di "un amore vero", aggiungendo che Carmela Melania Rea era a conoscenza della relazione. "Mi ha telefonato due volte, cercando di convincermi a lasciar perdere suo marito...". Gli inquirenti stanno battendo sempre più la pista passionale. Chissà se quel 18 aprile il caporal maggiore ha espresso a Melania l'intenzione di separarsi. Quel giorno, secondo il militare, Salvatore e Carmela Melia si trovavano a Colle San Marco per una scampagnata. Poi la sparizione e il ritrovamento del cadavere due giorni dopo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -