Il giallo di Melania, spunta un testimone: ''In auto con tre persone''

Il giallo di Melania, spunta un testimone: ''In auto con tre persone''

Il giallo di Melania, spunta un testimone: ''In auto con tre persone''

ASCOLI - Carmela Melania Rea, la ventinovenne di Somma Vesuviana (Napoli) trovata uccisa il 20 aprile scorso a coltellate nel boschetto di Ripe di Civitella (Teramo), avrebbe litigato col marito Stefano Parolisi prima di scomparire dal Colle San Marco, dove si trovava con il compagno e la figlioletta. E' quanto avrebbe riferito un nuovo testimone, che avvalorerebbe per la prima volta il racconto della scomparsa della ragazza fatto agli inquirenti dal marito.

 

La notizia è stata lanciata dall'agenzia Agi, che ha ripreso il Corriere Adriatico. Secondo il nuovo testimone, Carmela Rea poco dopo il litigio, sul vialetto del Pianoro del Colle, sarebbe salita su un auto che aveva a bordo forse tre persone, tra cui un uomo e due donne. Questa versione dei fatti deve essere ancora verificata in tutti i suoi aspetti. Gli investigatori ritengono che si tratti di un mitomane. Non hanno avuto effetto infatti le ricerche di questo presunto testimone.

 

Al quotidiano ha fornito nome, cognome e numero di telefono, dicendosi pronto a collaborare con la procura. Per il momento il numero è irraggiungibile. L'identità è quella di un uomo che vive a Civitanova Marche.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -