Il giallo di Melania, ''uccisa con tecnica militare''

Il giallo di Melania, ''uccisa con tecnica militare''

Il giallo di Melania, ''uccisa con tecnica militare''

ASCOLI - Carmela Melania Rea, la 29enne di Somma Vesuviana scomparsa il 18 aprile scorso a Colle San Marco e trovata uccisa con numerose coltellate 48 ore dopo nel bosco delle Casermette a Ripe di Civitella, in provincia di Teramo, sarebbe stata assassinata con una tecnica militare. E' l'indiscrezione riportata dal quotidiano "Il Messaggero" sulla base degli esiti dell'autopsia sul corpo della ragazza. La 29enne sarebbe stata ammutolita con una mano sulla bocca.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi, secondo la ricostruzione del giornale, avrebbe subito una forte torsione del capo. L'assassino poi ha infierito con il coltello. Questa tecnica militare utilizzata è chiamata "assalto alla sentinella", perché usata per neutralizzare gli uomini di guardia. La ricostruzione potrebbe essere al centro dell'interrogatorio del marito della vittima, Salvatore Parolisi, indagato per omicidio volontario.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -