Il giallo di Sarah Scazzi, la figlia smentisce il padre omicida

Il giallo di Sarah Scazzi, la figlia smentisce il padre omicida

Il giallo di Sarah Scazzi, la figlia smentisce il padre omicida

TARANTO - Ci sono molte ombre nel delitto di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto scorso dallo zio materno Michele Misseri. Innanzitutto risultano inconciliabili le versioni di Misseri, di sua figlia Sabrina e dell'amica Mariangela su dodici minuti, quelli fra le 14.30 e le 14.42 di quella maledetta giornata, quando si sarebbe consumato l'omicidio. Nell'interrogatorio di garanzia, Misseri ha sostenuto che Sarah aveva il telefonino in mano.

 

Mentre lui le stava stringendo il collo, al cellulare la stava cercando la cugina Sabrina. "Io non l'avevo vista che stava fuori con Mariangela. Poi dopo, quando si è accasciata Sarah, il cellulare è andato a terra", ha affermato Misseri durante l'interrogatorio di garanzia. La figlia Sabrina, invece, nel corso di un collegamento con "La vita in diretta" su Rai Uno, ha dichiarato che, nel momento in cui lei telefonava alla cugina per chiederle conto del suo ritardo, il padre era sull'uscio della cantina.

 

"L'ho visto in strada mentre salivo in macchina con Mariangela e provavo a contattare Sarah al cellulare - ha affermato con decisione -. Non è vero che, mentre il telefono squillava, lui stava stringendo la corda al collo di Sarah, come si legge nei verbali del suo interrogatorio. Il telefono ha continuato a squillare mentre l'auto svoltava, poi è diventato improvvisamente irraggiungibile". Insomma qualcosa non quadra.

 

E di questo ne è convinto anche l'avvocato difensore di Misseri, Daniele Galoppa, che lunedì mattina ha presentato la richiesta di perizia psichiatrica alla quale si opporranno i difensori della famiglia della vittima. Per l'avvocato Galloppa, le versioni fornite dall'omicida reo confesso sono "contraddittorie, assolutamente illogiche e poco credibili". L'avvocato ha intenzione di compiere indagini difensive mirate a "mettere in ordine i tasselli" degli accertamenti fatti finora "capire se vi sono altri filoni" investigativi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -