Il Giro a Ravenna, un'opportunità per valorizzare i patrimoni artistici

Il Giro a Ravenna, un'opportunità per valorizzare i patrimoni artistici

Il Giro a Ravenna, un'opportunità per valorizzare i patrimoni artistici

RAVENNA - Il direttore operativo del Giro d'Italia, Mauro Vegni ha incontrato lunedì i tecnici comunali e il comitato di "Tappa Città di Ravenna" per analizzare le proposte e definire i dettagli della dodicesima tappa che collegherà Castelfidardo con Ravenna. Resta da definire se il Giro transiterà sui lidi. Il problema è legato al chilometraggio complessivo della corsa (circa 3.500 chilometri). L'arrivo sarà in via di Roma, davanti alla Loggetta Lombardesca.

 

Si tratta di un remake dell'edizione 2005, quando a braccia alzate trionfò Alessandro Petacchi. Questo il percorso proposto da Comune e comitato, alla quale l'organizzazione del Giro dovrebbe dare risposta entro una ventina di giorni: statale Adriatica, via Romea sud, viale Europa, circonvallazione Canale Molinetto, lungomare Colombo, viale delle Nazioni, via Trieste, viale Europa, via Bellucci, piazza Caduti, via Darsena e viale Roma.

 

L'obiettivo, ha chiarito l'assessore Pericle Stoppa, sarò quello di dare visibilità al patrimonio artistico e storico di Ravenna, anche attraverso i servizi televisivi che la Rai manderà in onda in occasione della tappa e durante la diretta che sarà trasmessa in 160 Paesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -