Il mare si mangia le coste: danni per 10 milioni di euro

Il mare si mangia le coste: danni per 10 milioni di euro

Il mare si mangia le coste: danni per 10 milioni di euro

Trecento metri quadri di coste ‘mangiate' dalle violente mareggiate di questi giorni. E' la stima del responsabile dell'agenzia regionale di Protezione Civile, Demetrio Egidi, che martedì ha percorso la costa romagnola da Casalborsetti fino a Cesenatico per rendersi conto dei danni provocati dalla furia del mare. Il presidente della Regione, Vasco Errani, ha chiesto lo stato di calamità naturale per tutta la regione. Circa 10milioni di euro saranno destinati alla costa.

 

Le zone più colpite, ha spiegato Egidi, sono quelle dei Lidi ferraresi, di Ravenna (in particolar modo la zona nord di Milano Marittima) e Cesenatico. Il mare agitato si è ‘mangiato' la sabbia messa della Regione con gli interventi di ripascimento dell'arenile. Nel cesenaticense i danni più consistenti si sono verificati a Zadina, Valverde nord e Villamarina Sud, dove il mare grosso ha eroso la duna di sabbia. In alcuni punti la spiaggia si è ridotta a poco più di quindici metri.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione metterà a disposizione del litorale da Ferrara a Cesenatico dieci milioni di euro per il ripristino dell'arenile. Intanto, come ha dichiarato il consigliere regionale Miro Fiammenghi (Pd), si sta mettendo a punto il cosiddetto ‘Progettone 3', cioè il ripescaggio della sabbia dal fondale marino attraverso una nave operatrice al largo e delle condutture sottomarine sottocosta portata sull'arenile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -