Il mare si tinge di rosso a Cesenatico. Tornano le alghe

Il mare si tinge di rosso a Cesenatico. Tornano le alghe

Il mare si tinge di rosso a Cesenatico. Tornano le alghe

CESENATICO - Mare color rosso brunastro. Tornano le alghe e la minaccia dell'eutrofizzazione (sovrabbondanza di nitrati e fosfati in un ambiente acquatico) e dell'anossia (diminuzione dell'ossigeno) nelle acque dell'Adriatico. Colpa delle portate abbondanti del Po, che, con le piogge di Ferragosto, si sono riversate in mare, dove le acque sono calde e non sono sottoposte al ricambio con le mareggiate. Tutto questo favorisce un habitat ideale per le alghe.

 

Non solo rosse, ma anche verdi, di ogni tipo. Il fenomeno interessa la costa centrale e settentrionale della Regione, dove solo la zona del Riminese si salva. I valori di ossigeno rilevati nelle acque sono estremamente bassi.

Commenti (12)

  • Avatar anonimo di Andrea-Albergatore
    Andrea-Albergatore

    Ci sono state 1 giorno, con la prima mareggiata sono sparite.

  • Avatar anonimo di speciallince
    speciallince

    Da quello che capisco il mare di cervia ha le alghe. Non sto dicendo che è inquinato. Però ha le alghe. Potete confermare ?

  • Avatar anonimo di Andrea-Albergatore
    Andrea-Albergatore

    Volevo sottolineare che se i fosfati arrivano al mare tramite il Po, la colpa è solamente di voi lombardi ed emiliani che non utilizzate i depuratori e usate il fiume come una discarica. Sul nostro litorale tutto passa dai depuratori, in mare non ci finisce niente. Quindi non lamentatevi, e rimediate voi quello che state combinando.

  • Avatar anonimo di Andrea-Albergatore
    Andrea-Albergatore

    Se disprezzate tanto la Romagna, nessuno vi costringe a venire, di lamentoni non ne abbiamo bisogno. Sono fiero di vivere qui, lavoriamo onestamente, a prezzi molto modici, offriamo generosamente tutto quello che possiamo, e poi veniamo trattati a pesci in faccia da un lamentone polemico e disinformato. A Cesenatico Ponente non c'è stata neanche l'ombra di un'alga, i clienti erano entusiasti del mare limpido, in ogni caso meglio le alghe che la polemica disinformata dei lamentoni, che ti tirano in ballo l'evasione fiscale anche per le alghe. Che ugnuno guardi prima il marcio che ha a casa propria, prima di criticare gli altri.

  • Avatar anonimo di Andrea-Albergatore
    Andrea-Albergatore

    Buongiorno, sig "Basta Pingere"(che brutto nome), se lei fosse un minimo informato, saprebbe che la bandiera rossa significa solamente che il servizio di salvataggio in quel momento è sospeso, niente di più. Se suo figlio non fa il bagno al mare per le alghe, vuol dire che non avete capito che l'acqua è pulita, abbiamo la bandiera blu per il mare pulito, le alghe sono un fenomeno naturale, non inquinamento, altrimenti morirebbero. In Liguria l'acqua è limpida, ma ci sono gli scarichi delle raffinerie. State facendo polemica inutile, è vegognoso il modo di come venga coperta di accuse una zona che è la più ospitale d'Italia, solo perchè 1 giorno ci sono le alghe su qualche decina di metri di spiaggia, neanche dappertutto, a Ponente era limpida, mentre è stato generalizzato a tutta la romagna. Evitate di fare polemica e fate fare il bagno ai vostri bambini.

  • Avatar anonimo di vac
    vac

    Non è il petrolio del Golfo del messico ne' l'inquinamento portato dalle piene del Po. E' uno spettacolo della natura! Se potessi sarei andato a vederlo. - E' provocato dalle alte temerature e dal poco ossigeno (probabimente in questi giorni è stato piatto)

  • Avatar anonimo di basta piangere
    basta piangere

    vorremmo vedere (e mai accadra', l'albergatore puo' dormire sonni tranquilli) una telecamera che va in acqua a mostrare a tutti in che condizioni e' il nostro mare, invece di farci vedere cosa c'e' in programma per l'happy hour!

  • Avatar anonimo di basta piangere
    basta piangere

    Aggiungo: il signor albergatore dice in pratica di 'evitare di divulgare' il sacrosanto diritto all'informazione. Certe volte si vorrebbe persino cambiare le previsioni del tempo, vi rendete conto? Si signori viviamo proprio in Italia se non lo avete ancora capito. A proposito: forse non si doveva neppure parlare dei controlli della guardia di finanza che hanno evidenziato nelle localita' turistiche costiere una evasione colossale. A onor del vero non nelle localita' romagnole, per ora risparmiate dai controlli. Non si sa perche' siano state risparmiate.

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Allora i giornalisti dovrebbero evitare di scrivere che aumenta il prezzo della benzina, altrimenti la gente andrà in giro di più in bici o a piedi e i benzinai moriranno di fame... Dovrebbero evitare di scrivere che ci sono le rapine in gioielleria, così nessuno per paura va a comprare oro, orologi e braccialetti. Dovrebbero evitare di dire qualsiasi cosa, perché qualunque notizia ha dei pro per qualcuno e dei contro per qualcun'altro. Se fosse per Andrea l'albergatore altro che bavaglio all'informazione....le metterebbe il burqa!!!

  • Avatar anonimo di basta piangere
    basta piangere

    Vorrei rispondere all'albergatore che mio figlio di 5 anni e' attualmente al mare a Cervia con i nonni e non puo' fare il bagno. E' stata addirittura messa la bandiera rossa in spiaggia. Questi sono i fatti. La riviera romagnola ha uno dei mari piu' soggetti a questi fenomeni che sono ricorrenti, altro che temporanei (si verificano almeno una volta tutti gli anni durante la stagione balneare nelle zone citate). Fortunatamente gli stagionali non corrono rischi perche' nessuno si sognerebbe di dire quello che sta accadendo al nostro mare in televisione ora, ed e' questo quello che conta, caro albergatore, no? Fortuna che c'e' internet, altro che tatto! Vogliamo almeno un po' di verita'.

  • Avatar anonimo di vac
    vac

    Di notte se si riesce a trovare una spiaggia non illuminata ci si accorge che questi microorganismi sono BIOLUMINESCENTI. - Ed è uno spettacolo meraviglioso che la maggior parte della gente non cogliera' mai. - Cercare "Mare in amore"

  • Avatar anonimo di Andrea-Albergatore
    Andrea-Albergatore

    In questa maniera rovinate la stagione balneare, facendo perdere il lavoro a centinaia di stagionali. Evitate di divulgare fenomeni tempoaranei come se fossero catastrofi. Un po' di tatto per favore.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -