Il Papa a Pompei esorta i campani: "Non lasciatevi cadere le braccia"

Il Papa a Pompei esorta i campani: "Non lasciatevi cadere le braccia"

Il Papa a Pompei esorta i campani: "Non lasciatevi cadere le braccia"

La famiglia ricopre un ruolo fondamentale ''nell'educazione dei figli ad uno spirito universale, aperto e responsabile verso il mondo e i suoi problemi, come pure nella formazione delle vocazioni alla vita missionaria''. Lo ha detto Papa Benedetto XVI durante l'Angelus domenicale celebrato al santuario mariano di Pompei dove il Pontefice si trova per una visita pastorale di un giorno. Fa discutere, però, la scelta di non aver neppure accennato al problema della Camorra.

 

''Pompei è un esempio di come la fede può operare nella città dell'uomo - ha detto Ratzinger durante il suo intervento -, suscitando apostoli di carità che si pongono al servizio dei piccoli e dei poveri, ed agiscono perché anche gli ultimi siano rispettati nella loro dignità e trovino accoglienza e promozione''.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A qualcuno non è piaciuta la scelta di non fare accenno ai problemi che affliggono la Campania, ma il Papa un messaggio lo ha mandato: "Non lasciatevi cadere le braccia, ma lavorate - ha esortato i fedeli -. Non smettete di perseverare nel bene senza scendere a compromessi. Non stancatevi mai di impegnarvi, di lavorare con passione in questa parte della vigna del Signore che la Madonna ha mostrato di prediligere". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -