Il Papa lascia il Vaticano

Da giovedì sera Joseph Ratzinger è "Papa emerito". Benedetto XVI si è ritirato ad una vita di "nascondimento e preghiera", raggiungendo Castel Gandolfo

Da giovedì sera Joseph Ratzinger è "Papa emerito". Benedetto XVI si è ritirato ad una vita di "nascondimento e preghiera", raggiungendo Castel Gandolfo. Quanto il Pontefice dimissionario ha lasciato il Vaticano, le campane hanno risuonato in San Pietro in segno di saluto. Ratzinger ha poi twittano un messaggio: "Mettere Cristo al centro della vostra vita". I fedeli, che hanno applaudito alla partenza, hanno invaso tutte le strade laterali del centro

Ratzinger in mattinata aveva incontrato cardinali: "La vostra vicinanza e il vostro consiglio mi sono stati di grande aiuto, grazie. Anche in momenti in cui qualche nuvola ha oscurato il cielo, abbiamo cercato di servire, abbiamo donato speranza". Quindi si è appellato affinché "il collegio dei cardinali sia come un'orchestra in cui le diversità" possano portare ad "una concorde armonia". "Tra di voi c'è anche il futuro Papa al quale prometto la mia incondizionata riverenza e obbedienza", ha aggiunto Ratzinger.

L'annuncio è arrivato come un fulmine a ciel sereno è arrivato l'11 febbraio scorso, quando Benedetto aveva sottolineato che le "forze e l'età avanzata non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero". Nato il 16 aprile 1927, era stato eletto papa dal conclave il 19 aprile 2005, dopo la morte di Giovanni Paolo II.

Ratzinger ha sottolineato che "nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell'animo. E questo vigore negli ultimi mesi in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -