Il Papa: ''L'educazione sessuale minaccia la libertà religiosa''

Il Papa: ''L'educazione sessuale minaccia la libertà religiosa''

Il Papa: ''L'educazione sessuale minaccia la libertà religiosa''

ROMA - L'educazione sessuale e civile impartita nelle scuole di alcuni Paesi europei costituisce una minaccia alla libertà religiosa. E' l'allarme lanciato lunedì dal Papa nel corso di un discorso tenuto di fronte al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede durante il quale ha rinnovato anche un appello ai capi religiosi musulmani "ad operare affinché i loro concittadini cristiani possano vivere in sicurezza e continuare ad apportare il loro contributo alla società".

 

Nella sua riflessione sulla libertà religiosa, Benedetto XVI ha esortato "tutti i governi a promuovere sistemi educativi che rispettino il diritto primordiale delle famiglie a decidere circa l'educazione dei figli e che si ispirino al principio di sussidiarietà, fondamentale per organizzare una società giusta". Il Papa ha chiesto di "garantire che le comunità religiose possano operare liberamente nella società, con iniziative nei settori sociale, caritativo od educativo".

 

Il Papa ha anche fatto riferimento ai "Paesi nei quali si accorda una grande importanza al pluralismo e alla tolleranza, ma dove la religione subisce una crescente emarginazione. Si tende a considerare la religione - ha aggiunto - ogni religione, come un fattore senza importanza, estraneo alla società moderna o addirittura destabilizzante, e si cerca con diversi mezzi di impedirne ogni influenza nella vita sociale".

 

Benedetto XVI ha apprezzato l'adozione da parte del Consiglio d'Europa, nello scorso mese di ottobre, "di una Risoluzione che protegge il diritto del personale medico all'obiezione di coscienza di fronte a certi atti che ledono gravemente il diritto alla vita, come l'aborto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -