Il Papa: ''L'omossesualità non è moralmente giusta''

Il Papa: ''L'omossesualità non è moralmente giusta''

Il Papa: ''L'omossesualità non è moralmente giusta''

ROMA - "L'omosessualità non può esser mai moralmente giusta". E' quanto ha affermato il Papa Benedetto XVI nel libro intervista "Luce del mondo", curato dal giornalista tedesco Peter Seewald. L'omosessualità, ha riconosciuto il Pontefice, è "una grande prova di fronte alla quale una persona può trovarsi. Nel libro il Papa ha evidenziato inoltre che gli omosessuali vanno rispettati come persone che "non devono essere discriminate perché presentano quelle tendenze".

 

"Il rispetto per la persona è assolutamente fondamentale e decisivo", ha detto il Papa. "Tuttavia - ha continuato - il senso profondo della sessualità è un altro. Si potrebbe dire, volendosi esprimere in questi termini, che l'evoluzione ha generato la sessualità al fine della riproduzione". "Si tratta - ha continuato Benedetto XVI - della profonda verità di ciò che la sessualità significa nella struttura dell'essere umano".

 

Parlando poi della l'omosessualità come di "una grande prova" che una persona può trovarsi a sopportare, il Papa ha rimarcato che "non per questo l'omosessualità diviene moralmente giusta, bensì rimane qualcosa che è contro la natura di quello che Dio ha originariamente voluto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -