Il Papa: ''Serve un rilancio dell'agricoltura''

Il Papa: ''Serve un rilancio dell'agricoltura''

Il Papa: ''Serve un rilancio dell'agricoltura''

ROMA - Dalla crisi economica al G20, dai giovani al futuro. Sono i vari argomenti trattati dal Papa Benedetto XVI nel breve discorso che ha preceduto l'Angelus nella giornata del Ringraziamento promossa dalla Cei. Il Papa ha invitato a prendere con "serietà" la crisi economia in atto. "Ha numerose cause e manda un forte richiamo a una revisione profonda del modello di sviluppo economico globale", ha evidenziato il Pontefice, che ha poi indicato i punti pratici.

 

Secondo il Papa è necessario "un nuovo equilibro tra agricoltura, industria e servizi, perché lo sviluppo sia sostenibile, a nessuno manchino il pane e il lavoro, e l'aria, l'acqua e le altre risorse primarie siano preservate come beni universali". Per Papa Ratzinger è "decisivo" il rilancio dell'agricoltura contro la disoccupazione e gli eccessi della "industrializzazione" quindi, il rilancio dell'agricoltura per il Papa è "decisivo". Bisogna "rivalutare l'agricoltura non in senso nostalgico ma come risorsa indispensabile per il futuro", ha spiegato Papa Benedetto XVI.


Benedetto XVI ha quindi evidenziato come la crisi sia "un sintomo acuto che si è aggiunto ad altri ben più gravi e già ben conosciuti, quali il perdurare dello squilibrio tra ricchezza e povertà, lo scandalo della fame, l'emergenza ecologica e, ormai anch'esso generale, il problema della disoccupazione". Il Papa ha quindi invitato con forza a "prendere sul serio la crisi economica". Serve lavoro, la cui "importanza" per l'umanità non va mai dimenticata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -