Il parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna in televisione

Il parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna in televisione

FORLI'- Il settore del turismo-natura è uno dei pochi in Italia che, in mesi di crisi economica, riescono a registrare un segno positivo. Quello equestre ha in questo comparto un ruolo importante e le prospettive di crescita nel futuro sono davvero interessanti. La puntata di Esplorando che il conduttore Alex Revelli (già collaboratore di Rai e Mediaset), ha realizzato sotto la regia di Giuliano e Giulietta Sodi,  vuole fotografare una realtà ricca, diversificata e in continua evoluzione.

 

Il progetto della "Ippovia delle foreste sacre", per gran parte tracciata nell'area protetta, interessa il comprensorio tosco-romagnolo e collega San Benedetto in Alpe, Campigna, le foreste della Verna, Camaldoli e Vallombrosa.  Revelli si è soffermato in particolar modo sulla gestione della estesissima rete sentieristica (ha parlato con il responsabile, Alessandro Fani) e sul servizio di sorveglianza a cavallo garantito dal Coordinamento territoriale per l'ambiente del Corpo forestale dello stato del Parco nazionale (ne ha parlato il vice questore aggiunto forestale Claudio D'Amico). Una riflessione sulle prospettive di questa forma di turismo è stata affidata al presidente dell'area protetta, Luigi Sacchini.

 

La puntata di Esplorando sull'ippovia delle Foreste sacre nel Parco nazionale verrà programmata su Teletruria venerdi 24 dicembre alle 22, 30 e il giorno di Natale alle 14, 30. Andrà su Toscana Tv (tutta la Regione) nel giorno di Santo Stefano alle 13, 15 e giovedi 30 dicembre alle 21, 15. Sarà disponibile, fuori dalla Toscana e dall'Umbria settentrionale in live channel e in archivio (poche ore dopo) su: https://www.etruriamediagroup.tv/.


Domenica 16 gennaio la puntata di Linea Verde (Rai 1 - 12, 20) dedicata al Casentino ospiterà una lunga sequenza aerea sulle antiche foreste dell'area proetta tosco-romagnola. Cicerone della conduttrice, Elisa Isoardi, è il vice questore aggiunto forestale Claudio D'Amico, responsabile del CTA-CFS del Parco nazionale. Si parlerà - in particolar modo - delle diverse tradizioni forestali ospitate nella storia dalla porzione di territorio oggi ricompresa nell'area protetta.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -