Il Pd chiede di congelare gli aumenti delle tariffe dei treni in Emilia-Romagna

Il Pd chiede di congelare gli aumenti delle tariffe dei treni in Emilia-Romagna

Il Pd chiede di congelare gli aumenti delle tariffe dei treni in Emilia-Romagna

BOLOGNA - La Regione Emilia-Romagna deve congelare gli aumenti tariffari per i servizi ferroviari. E, in contemporanea, deve pretendere nuovi contratti con i gestori delle tratte regionali (Trenitalia e Fer), all'insegna di "parametri piu' stringenti". Lo chiede con un'interrogazione alla giunta Errani, Antonio Mumolo, consigliere regionale del Pd, nonche' uno degli avvocati di Federconsumatori, l'associazione cha ha gia' severamente bocciato le nuove tariffe in vigore dall'1 agosto prossimo.

 

Mumolo chiede dunque se la Regione "non reputi opportuno sospendere gli aumenti fino all'attivazione dei servizi integrati legati al progetto 'Mi muovo'", il piano per il biglietto unico per l'uso di tutti i servizi pubblici in Emilia-Romagna. Inoltre, il consigliere democratico chiede "se nel contempo la Regione non ritenga di intervenire sui gestori per pretendere il rispetto dei parametri gia' previsti dal contratto di servizio, come richiesto da mesi da associazioni e comitati".

 

E se infine "non ritenga utile promuovere un rinnovo del contratto di servizio, imperniato su nuovi parametri piu' stringenti per i gestori ferroviari". "Credo sia opportuno rivedere i tempi di questa decisione- ribadisce Mumolo sui rincari- per venire incontro alle esigenze dei tanti pendolari, gia' preoccupati dalla crisi economica, e dei passeggeri non-abbonati che usufruiscono del servizio

pubblico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -