Il Polo universitario forlivese compie 20 anni: gli studenti crescono del 9,5%

Il Polo universitario forlivese compie 20 anni: gli studenti crescono del 9,5%

Il Polo universitario forlivese compie 20 anni: gli studenti crescono del 9,5%

A 20 anni dalla sua fondazione, il Polo universitario di Forlì continua a ‘riscuotere successo'. L'incremento di studenti, tra immatricolati e nuovi iscritti, è stato, per l'anno accademico in corso, del 9,5%, in controtendenza rispetto all'Ateneo bolognese che ha registrato un calo dell'1,5%. In testa la facoltà di Economia e Commercio con un +31,1%. Intanto avanzano i lavori per il Campus, con la sede dell'alta formazione pronta ad aprile 2009 e lo studentato in estate.

 

"Si partì nel 1989/90 - ricorda il pro rettore alle sedi decentrata, Guido Gambetta - con Scienze Politiche ad indirizzo internazionale, che in pochi anni ebbe una crescita di studenti significativa e con la Scuola superiore di lingue per interpreti e traduttori, qualificata come la migliore in Italia, che ogni anno su 700/800 domande ammette circa 160 studenti. Nel 1991/92 arrivarono le altre 2 realtà: Economia ed una parte della facoltà di Ingegneria (aerospaziale e meccanica) che, puntando all'integrazione con l'aeroporto, trascinò l'Enav da Roma a Forlì".

 

"La qualità delle facoltà del polo forlivese - continua Gambetta -  è dimostrata: Scienze Politiche è sempre risultata ai primi posti in Italia ed Economia si è sempre piazzata prima tra le 3 facoltà omonime del Polo bolognese".

 

Insomma la soddisfazione è tanta per il lavoro svolto in questi 20 anni, ma il traguardo del Campus è ancora in itinere. Sono già fruibili  e ristrutturati i padiglioni "Giulitta Morgagni" e "Gaddi", dove hanno sede la Facoltà di Scienze Politiche ed il Centro di calcolo e le aule "Mazzini".

 

"Il finanziamento totale per le opere già realizzate ed in fase di realizzazione - spiega l'assessore comunale all'Università, Gianfranco Marzocchi - ammonta a 45milioni di euro. Sono in fase di avvio i lavori per il Padiglione d'ingresso (che verrà dedicato ai servizi per gli studenti ed alla sede dell'amministrazione di Polo ndr), per un investimento di 4milioni, della mensa (1,6 milioni), dello studentato nel Palazzo ‘Sassi-Masini' (7 milioni). L'opera di bonifica  del terreno, rivelandosi molto più complessa del previsto, per la presenza di mercurio, ha prodotto un ritardo di 1 anno e mezzo ed un aumento di spesa di 2,8 milioni. I finanziamenti per il Campus arrivano per il 50% dal Ministero e per il 50% dall'Università, la Regione contribuisce con 1,6 milioni per la mensa ed il comune di Forlì con 1 milione per lo studentato".

 

"E' fondamentale per questa importante realizzazione - sottolinea il presidente di Ser.in.ar, Piero Gallina - il sistema integrato formato da enti locali, Università e Ser.in.ar".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -