Il rating dell'Emilia-Romagna è 'A+', lo dice Standard & Poor

Il rating dell'Emilia-Romagna è 'A+', lo dice Standard & Poor

Il rating dell'Emilia-Romagna è 'A+', lo dice Standard & Poor

BOLOGNA - L'agenzia internazionale Standard & Poor's ha pubblicato venerdì a Londra il giudizio di rating della Regione Emilia-Romagna confermando "A+" con prospettive stabili. Lo rende noto la Direzione generale risorse finanziarie e patrimonio della Regione. Come afferma testualmente il rapporto, il rating della Regione Emilia-Romagna "riflette il debito finanziario modesto, ben sotto la mediana della categoria A, una buona performance storica dei risultati di bilancio".

 

Risultati di bilancio definiti "solidi", che "sono stati raggiunti grazie a misure efficienti di contenimento della spesa sanitaria, rappresentando quest'ultima la parte preponderante della spesa complessiva regionale". A livello regionale, come si legge nel comunicato diffuso dalla stessa Regione, la liquidita' e' solida. Nel 2009, la liquidita' media mensile, pari a 542 milioni di euro, copriva 2,6 volte il servizio del debito. Il servizio del debito e' basso (meno del 2% delle entrate correnti nel 2009 e stimato per il 2010). Secondo Standard & Poor's, "i fabbisogni futuri di liquidita' dipenderanno molto dalla mole dei ritardi nella riscossione dei crediti pregressi nei confronti dello Stato".

 

E su questo risultato non poteva mancare il commento di Vasco Errani, presidente uscente e ricandidato alla guida della Regione: "Il rapporto di Standard & Poor's pubblicato oggi e'  un'ulteriore conferma del rigore con cui abbiamo governato questa Regione, di come abbiamo gestito la spesa pubblica complessiva e in particolare quella sanitaria".

 

Cosi' il presidente uscente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, in corsa per la riconferma alle regionali di domenica e lunedi', commenta il rating di "A+" confermato dall'agenzia internazionale.     Secondo Errani, "il giudizio di rating riconosce i solidi indicatori finanziari ed economici regionali: tutto questo ci ha permesso - e ci permettera' - di confermare, nonostante la complessa congiuntura economica nazionale e internazionale, qualita' e livelli dei servizi che eroghiamo". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -