Il turismo eno-gastronomico scopre il Sangiovese di Romagna sul web

Il turismo eno-gastronomico scopre il Sangiovese di Romagna sul web

Il turismo eno-gastronomico scopre il Sangiovese di Romagna sul web

FORLI' - Dalle analisi del Censis Servizi arriva un forte segnale di incoraggiamento alle strategie di integrazione turistica territoriale che devono avere al centro il brand "Romagna": il territorio, infatti, è fortemente percepito come una meta turistica dalla forte identità eno-gastronomica in un territorio riconoscibile e fruibile al nuovo turista. Il tutto grazie alla crescente familiarità nell'usare quotidianamente il web.

 

Le scelte delle mete non sono più dettate da mode, ma a caccia di curiosità ed esperienze innovative, grazie alla che si traducono nell'individuazione di luoghi ben precisi, capaci di soddisfare più passioni in una sola volta: la gastronomia batte il vino come motivazione di viaggio e si intreccia con l'arte, l'ambiente, lo sport ed il wellness.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dirlo è il Rapporto Annuale "Osservatorio sul Turismo del Vino in Italia. I nuovi dinamismi di un turismo di tendenza", realizzato dal Censis Servizi con coordinamento del Prof. Fabio Taiti. Alle destinazioni classiche dotate di un brand territoriale forte (dalle Langhe alla Franciacorta al Chianti Classico) - scrive il Censis nel Rapporto - se ne aggiungono delle nuove: e nella scelta delle destinazioni incidono sempre più fattori come la prossimità (l'Oltrepo Pavese per chi abita a Milano), la specializzazione di un territorio (il tartufo nelle Langhe), la ricerca di zone ampie ma dalla forte identità enogastronomica (dalla Romagna alla Maremma alle Cinque Terre). E, soprattutto, la presenza di servizi non più solo come strutture (cantine, ricettività, ristorazione) ma anche - prosegue il Rapporto - secondo gamma, qualità ed identità, di cui sono esempio territori come il Trentino, il Collio ed il Salento, non solo dal punto di vista professionale ma anche da quello delle storie da raccontare, della facile fruibilità e dell'interattività, con diverse possibilità di offerte: dalla Wein Strasse altoatesina da Terlano a Salorno, alla Romagna "Terra del Sangiovese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -