Il Vaticano annulla la visita del Papa all'università ''La Sapienza''

Il Vaticano annulla la visita del Papa all'università ''La Sapienza''

Dopo un lungo tira e molla, il Vaticano ha deciso di annullare la tanto contestata visita di Papa Benedetto XVI all’Università “La Sapienza” di Roma. Il pontefice avrebbe dovuto partecipare giovedì all’inaugurazione dell’anno accademico della più importante università italiana. Per la Santa Sede è “opportuno soprassedere”. Il Santo Padre, informa una nota del Vaticano, “ invierà il previsto intervento”. Docenti e studenti dell’università avevano vivacemente protestato.


Lo scontro tra Scienza e Fede si è riaperto in seguito alle firme prestigiose all'appello dei 67 fra docenti e scienziati laici che si oppongono alla visita del Papa per l'inaugurazione dell'anno accademico all'Università "La Sapienza" di Roma. Il Vaticano, attraverso la sua radio ufficiale, ha giudicato "un'iniziativa di tipo censorio" quella dei professori e ricorda che “La Sapienza è stata fondata da Papa Bonifacio VIII nel 1303”.


Numerose le reazioni, anche dal mondo politico. ''Mi dispiace di non essere più una docente della Sapienza: avrei partecipato alla cerimonia di apertura dell'anno accademico e ascoltato con interesse l'intervento di Papa Benedetto XVI – ha affermato il ministro della Famiglia, Rosy Bindi -. Non e' la prima volta che un Papa parla in un ateneo e trovo incomprensibili le proteste scatenate dall'invito del rettore e allarmanti le motivazioni". "Per cio' che rappresenta il Papa –ha proseguito il ministro- non solo agli occhi dei fedeli di tutto il mondo, la sua presenza dovrebbe essere vissuta come una grande occasione di dialogo".


''Tra la voce critica e l'intolleranza c'e' un confine che, per noi del Pd, non puo' essere varcato'' ha commentato Walter Veltroni. ''Non mi piace un clima in cui –ha aggiunto il sindaco di Roma- si sostiene che c'e' chi non puo' parlare''.


Per i vescovi italiani, che hanno espresso il loro commento in una nota, l'intervento di Benedetto XVI “sarà un momento alto di incontro, con tutti, senza barriere, senza chiusure, senza censure”. I vescovi sottolineano che “c’è da preoccuparsi leggendo le motivazioni del "niet" che hanno pronunciato piccoli gruppi, rumorosi, taluni professori e taluni studenti…per il senso di vuoto che questo rifiuto grida alla comunità universitaria innanzi tutto e poi alla più vasta opinione pubblica”.


RADICALI - L'Associazione Luca Coscioni per la liberta' di ricerca scientifica e Radicali Italiani parteciperanno alla manifestazione anticlericale promossa giovedi' prossimo all ore 14 da 'Facciamo Breccia' e alcune organizzazioni studentesche ed lgbt, sulla visita di Benedetto XVI alla Sapienza di Roma. LO rende noto un comunicato della segretaria dei Radicali Rita Bernardini e del presidente dell'associazione Marco Cappato che esporranno, insiEme agli altri manifestanti, uno striscione con una frase di Bertrand Russel: "il mondo non ha bisogno di dogmi, ma di libera ricerca".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -