Il Vaticano non finanzia più Amnesty: ''Sono favorevoli all'aborto''

Il Vaticano non finanzia più Amnesty: ''Sono favorevoli all'aborto''

ROMA – Il Vaticano non più finanzierà più Amnesty international, una delle associazioni umanitarie più attive nel panorama dell’associazionismo. Al centro di questa decisione assunta dalla Santa Sede c’è la posizione dell’organizzazione sull’aborto, che viene definito un diritto da tutelare per la popolazione.


"Conseguenza inevitabile di tale decisione - dichiara il cardinale Renato Martino, presidente del Consiglio Giustizia e Pace, alla rivista americana National Catholic Register - sarà la sospensione di ogni finanziamento ad Amnesty da parte delle organizzazioni ed anche dei singoli cattolici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le lobby abortiste stanno continuando la loro propaganda – affonda Martino -, che si inquadra in quella che Giovanni Paolo II chiamava la cultura di morte. È estremamente grave, avverte il porporato, che una benemerita organizzazione come Amnesty International si pieghi ora alle pressioni di tali lobby. Si rammenta che tale svolta è stata esortata da parte di alcune sedi nazionali di Amnesty”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -