Il vescovo Antonio Lanfranchi lascia Cesena

Il vescovo Antonio Lanfranchi lascia Cesena

Il vescovo Antonio Lanfranchi lascia Cesena

CESENA - Da vescovo ad arcivescovo. Antonio Lanfranchi, a capo della diocesi di Cesena per sei anni, è diventato il nuovo responsabile della diocesi di Modena. La nomina è arrivata dal Vaticano mercoledì mattina. Andrà a sostituire Benito Cocchi, ma soprattutto lascerà la diocesi di Cesena, lasciando un vuoto nella comunità cesenate. "Desidero rivolgere al Monsignor Lanfranchi i più calorosi auguri per la nuova missione", dice il sindaco Paolo Lucchi.

 

Che aggiunge: "E al tempo stesso, un sincero ringraziamento per il suo operato a Cesena".  Sempre Lucchi: "Pare un segno del destino che l'annuncio del suo nuovo incarico, e dunque dell'imminente commiato, arrivi in una città imbiancata dalla neve, esattamente come lo era sei anni fa, il 25 gennaio 2004, quando la comunità cesenate si raccolse in piazza del Popolo per dargli il benvenuto. Ma credo che nonostante il ‘gelido' inizio, Monsignor Lanfranchi abbia ben presto conosciuto l'identità più profonda di Cesena, il suo essere una città accogliente, ricca di idealità e speranze, una città che ha come valori fondanti la coesione sociale, l'attenzione per le fasce più deboli, il rispetto della persona e dei diritti di ciascuno".

 

Ed infine: "In questi anni il Vescovo Lanfranchi ha condiviso il cammino della comunità cesenate con sollecita partecipazione e sappiamo già che ci mancherà il suo essere "Vescovo fra la gente". Ma anche quando sarà a Modena, sappia che Cesena resta sempre ‘sua' città".

 

Nato 64 anni fa a a Grondone di Ferriere, in rovincia di Piacenza-Bobbio, Lanfranchi si e' specializzato in teologia biblica alla Pontificia Università Lateranense e in pedagogia al Pontificio Ateneo Salesiano. La nomina a vescovo di Cesena risale al 2003. Ha svolto incarichi a Roma nell'Azione Cattolica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -