Immigrati, Forlì-Cesena: istituzioni unite contro la discriminazione

Immigrati, Forlì-Cesena: istituzioni unite contro la discriminazione

FORLI' - Istituzioni, forze dell’ordine, associazioni e sindacati uniti in provincia di Forlì-Cesena contro l’esclusione sociale con il protocollo d'intesa "in materia di iniziative contro la discriminazione" siglato dalla Provincia con tutti i 30 Comuni del comprensorio, la Questura, la Prefettura, i sindacati e l’associazioni. Un’intesa che ha l’obiettivo di prevenire quei comportamenti discriminatori che, "ci sono anche nel nostro territorio, per quanto meno che altrove".


"Serve una nuova cultura nei confronti dell'immigrazione – afferma l’assessore provinciale al Welfare, Alberto Manni -, e non dobbiamo inventarci niente: che tutti gli uomini sono uguali per dignita' e diritti e' scritto nella nostra Costituzione, che quest'anno compie 60 anni".


Gli stranieri ufficialmente residenti in Provincia di Forlì-Cesena sono 22.912, pari al 6,1% della popolazione totale. Una presenza che si concentra soprattutto nei Comuni del Rubicone, con un picco del 18%, record italiano, a Galeata. Numeri che rendono l’idea di quanto importante sia la presenza straniera in Provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Senza di loro ci sarebbe un crollo verticale della produzione, aggravando con una crisi di manodopera quella delsettore", fa notare il prefetto Antonio Nunziante, a cui si aggiunge la sottolineatura del presidente della Provincia, Massimo Bulbi, che rivolge un “grazie a tutti quei lavoratori che venendo qui continuano a garantire la qualità dei nostri prodotti".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -