Immigrati restituiti alla Libia, dall'Onu "grave preoccupazione''

Immigrati restituiti alla Libia, dall'Onu "grave preoccupazione''

Immigrati restituiti alla Libia, dall'Onu "grave preoccupazione''

ROMA - E' dura la reazione dell'Onu in merito alla decisione dell'Italia di ricondurre in Libia i 227 migranti intercettati mercoledì a circa 35 miglia a sud-est di Lampedusa ma in acque maltesi. L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) ha espresso attraverso una nota "grave preoccupazione" per la sorte dei migranti. L'Unhcr "ritiene probabile che fra le persone respinte ci siano individui bisognosi di protezione internazionale".

 

"Nel 2008 circa il 75% di coloro giunti in Italia via mare ha fatto richiesta di asilo e al 50% di questi è stata concessa una forma di protezione internazionale", è stato ricordato. Antònio Guterres, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha rivolto un appello  alle autorità italiane e maltesi "affinché continuino ad assicurare alle persone salvate in mare e bisognose di protezione internazionale pieno accesso al territorio e alla procedura di asilo nell'Unione Europea".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -