Immobili Unipol, prosciolti Consorte e Sacchetti

Immobili Unipol, prosciolti Consorte e Sacchetti

BOLOGNA Gli ex responsabili di Unipol, Giovanni Consorte ed Ivano Sacchetti, nonché l'immobiliarista Vittorio Casale, sono stati prosciolti dal gup di Roma Valerio Savio dalle accuse di appropriazione indebita e fedeltà a seguito di dazione o promessa di utilità. La decisione è stata presa nell'ambito dell'inchiesta sulla dismissione di 133 immobili del gruppo assicurativo. Il gup Savio non ha accolto le richieste dei pm Sabelli e Cascini, che avevano sollecitato il processo per gli imputati. Consorte e Sacchetti erano accusati di aver ricevuto per la dismissione una somma di 9,5 milioni di euro.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giudice ha riconosciuto che si trattò di un'operazione lecita. Il proscioglimento è stato esteso anche ad altre tre persone legate a Casale. Soddisfatto il legale di Consorte, Emilio Ricci: ''Dimostrata la trasparenza dell' operazione. Siamo chiaramente soddisfatti per l'esito favorevole del processo. Ora valuteremo i passi da compiere nei confronti di chi ha approfittato della vicenda"-

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -